LECCE – Baldieri-Pasculli, parola di bomber: “I rientri di Moscardelli e Curiale saranno decisivi”

moscardelli gol vs andria 060915 foto michel caputo

Foto: Davis Curiale e Davide Moscardelli (@Michel Caputo)

Fonte: Nuovo Quotidiano di Puglia |

Tra luci ed ombre, l’inizio di campionato del Lecce non sarà certo ricordato per la prolificità dell’attacco messo in campo da Antonino Asta. Quattro reti realizzate in cinque gare sono, infatti, il misero bottino che il club giallorosso è riuscito a raccogliere fino ad oggi, per una situazione che assume toni preoccupanti se si vanno a considerare le bassissime percentuali realizzative in rapporto a quanto creato. Sul momento che stanno attraversando Papini e compagni si sono espressi due ex attaccanti capaci di realizzare, sommati, oltre 70 gol con la maglia del Lecce, ovvero Paolo Baldieri e Pedro Pablo Pasculli.

Per l’ex punta romana il problema non riguarda solo l’attacco, ma è più in generale una questione di mancanza di concentrazione in determinate situazioni: “Il reparto offensivo del Lecce, in questo momento e per una serie di motivi, non sta vivendo una fase positiva. In Serie B però non si va con i soli gol degli attaccanti, ed a questa squadra mancano marcature da tutti i reparti, anche da palla inattiva magari. Mancano quei gol sporchi che ti tengono su. Certamente le assenze di Moscardelli e Curiale pesano non poco, ma quando verranno recuperati saranno molto importanti, anche se Davide non è più giovanissimo e va gestito. Credo che, in un momento come questo, alla società avrebbe fatto molto comodo un elemento come Chevanton. Non sono d’accordo con chi afferma che sarebbe stato un problema per lo spogliatoio. In ogni caso, mi spiace vedere il Lecce lontano dal primo posto, ma i tifosi devono stare tranquilli, perché il campionato è lungo ed al momento non c’è una squadra in grado di andare in fuga”.

Secondo l’argentino, Campione del Mondo a Messico ’86, i rientri di Curiale e Moscardelli saranno decisivi, ed i tifosi devono avere la pazienza e convinzione per compattarsi intorno alla squadra in difficoltà: “Senza dubbio sull’attuale situazione in casa giallorossa pesano come macigni le assenze dei due bomber. Sono sorpreso che Moscardelli sia rimasto così tanto fuori per una contrattura, mentre per Curiale me l’aspettavo. Quando comunque rientreranno, il Lecce potrà ripartire con ancor più forza. Per quanto riguarda Diop, bisogna avere pazienza perché è più giovane e si sta adattando. La Lega Pro è un campionato lungo e difficile, in cui serve concretezza e non bel gioco. Dico ai tifosi di compattarsi attorno ad Asta ed ai suoi ragazzi, perché non perdendo la fiducia molto presto la musica cambierà ed arriveranno i risultati”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

Lascia un commento