Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA PARTITA – Lecce poco brillante ma vincente. La doppietta di Miccoli vale il secondo posto

Una doppietta di Miccoli regala la vittoria alla squadra di mister Lerda al termine di una gara che sembrava poter essere saldamente nelle mani dei giallorossi e che invece, complice un Ascoli dinamico e mai domo e le prestazioni sottotono di alcuni elementi della compagine salentine, è stata in bilico fino all’ultimo minuto di gioco.

Sin dal primo minuto il Lecce prova a prendere in mano il pallino del gioco e premere sull’acceleratore, ma gli ospiti difendono con dieci effettivi e cercano di non lasciare spazi a Miccoli e compagni. Alla prima disattenzione della difesa ascolana, però, i giallorossi passano: è il minuto otto quando, su un bel cross di D’Ambrosio, il velo di Bogliacino lascia spiazzati Scognamillo e Magliocchetti e libera al tiro Miccoli, bravo a stoppare e girare di destro al volo per il gol del vantaggio. Il Lecce sembra controllare agevolmente la partita, ma non sfrutta i tanti spazi aperti a sua disposizione compiendo diversi errori in fase di palleggio. L’Ascoli prende così campo e coraggio, cercando il gol tramite velleitarie conclusioni da fuori prima al minuto dodici con Capece e poi al diciannovesimo con Giacomini, entrambe alte sulla traversa. Al 23′ gli ospiti sfiorano il pareggio: su punizione dalla destra di Capece, Cipriani è libero di colpire di testa, ma il suo tentativo termina clamorosamente alto sulla traversa. Sessanta secondi più tardi ci prova Tripoli che, dopo aver superato D’Ambrosio, strozza il suo destro che termina al lato. Il Lecce prova a reagire ai tentativi bianconeri avanzando il suo raggio d’azione e sfiorando il gol alla mezz’ora, quando Pazzagli è bravo a respingere prima la punizione di Miccoli e poi i successivi tentativi di Lopez e Beretta. Al 25′ ancora giallorossi vicini al raddoppio con Papini, il cui destro al volo dal limite sugli sviluppi di un angolo termina al lato. Al 39′ altra grande occasione per il pareggio dell’Ascoli: bella discesa sulla sinistra di Giacomini che scarica su Carpani, il cui destro a botta sicuro è miracolosamente deviato in angolo da Caglioni. Al 46′ il Lecce sfrutta finalmente una delle tante ripartenze tentate nel corso del primo tempo: Beretta, ben imbeccato da Papini, serve Ferreira Pinto che solissimo calcia sul palo, ma sulla ribattuta è ancora lesto Miccoli, la cui doppietta manda le squadre a riposo sul 2-0.

Secondo tempo che inizia con il Lecce subito alla ricerca del terzo gol, al quale va già vicino dopo due minuti con Bogliacino, il cui sinistro al volo su assist di Beretta termina di poco alla destra di Pazzagli. Come nel primo tempo, dopo un ottimo inizio i giallorossi si schiacciano ed iniziano a subire le iniziative avversarie. Al 13′ infatti l’Ascoli accorcia con Capece che, lasciato libero di concludere, buca Caglioni con un destro apparentemente innocuo, ma che rimbalza proprio davanti all’estremo difensore giallorosso. Il gol di Capece spaventa il Lecce, che si abbassa ulteriormente di fronte ai pur sterili attacchi ascolani e non sfrutta gli ampi spazi per il contropiede offerti dai bianconeri. Gara che resta bloccata e senza alcuna occasione da rete fino al fischio finale dell’arbitro. Lecce batte Ascoli 2-1 ed aggancia il Perugia al secondo posto, in attesa delle gare di domenica. Venerdì 7 pomeriggio i giallorossi giocheranno sul campo del Viareggio il ventisettesimo turno.