Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: archivio
copyright: Coribello/SalentoSport

LA CRONACA – Lecce, un’ora buona non basta. La Juve fa gol ad ogni tiro e si prende i 3 punti

E’ un po’ il solito Lecce quello che esce sconfitto per 0-3 in casa dalla Juventus. I giallorossi giocano bene non riuscendo a concretizzare per poi venire puniti ad ogni avanzata di un avversario capace di vincere in scioltezza. La distanza dalla zona retrocessione resta la stessa, anche se l’astinenza di gol fa preoccupare.

D’Aversa conferma in blocco il 4-3-3 che ha fatto molto bene in casa Lazio. Per Allegri 3-5-2 e Yildiz in coppia offensiva con Vlahovic. Il primo tentativo del match è della Juventus, un tocco di Vlahovic di esterno ampiamente al lato dopo nemmeno un minuto di gioco. Risposta salentina con un’azione insistita conclusa dal mancino di Krstovic dal limite al lato di non molto. La prima vera occasione da rete arriva all’undicesimo quando, dal corner di Miretti, McKennie stacca in modo importante trovando il salvataggio sulla linea di Krstovic. Due giri di lancette ed il diagonale mancino di Kostic è potentissimo e alto di non molto. Al quarto d’ora Oudin apparecchia per Krstovic, che ancora di sinistro alza troppo la mira. I giallorossi giocano bene in questo frangente di gioco e pressano la Juve. Al 32′ la prima parata di Szczesny, che è costretto a distendersi per parare il destro di Oudin diretto all’angolino.

Ripresa e subito proteste del Via del Mare per un contatto tra Bremer e Almqvist in area, per Doveri non c’è nulla. Al 52′ è poi Vlahovic, di testa, a mancare il bersaglio grosso. Nell’azione successiva tentativo di Almqvist deviato in corner dalla difesa bianconera. I giallorossi continuano ad attaccare ma così facendo si offrono alle ripartenze bianconere come in occasione del gol del vantaggio al minuto 60: Yildiz scappa ed impegna Falcone, dal successivo cross di Cambiaso Vlahovic si coordina e, pur non colpendo benissimo, infila alla destra di Falcone. Minuto sessantotto ed arriva il bis bianconero: cross di Kostic sul secondo palo, sponda di McKennie e Vlahovic appoggia in rete da due passi. I giallorossi si rivedono solo al 76′, quando Dorgu dal limite cerca il tiro a giro di destro parato da Szczesny. All’ottantacinquesimo arriva anche il terzo gol bianconero con Bremer, il cui colpo di testa si insacca alle spalle di Falcone. L’ultima occasione arriva sul destro di Sansone, che mastica il destro su cross di Dorgu facendosi respingere il tiro.

Nel prossimo turno il Lecce sarà ospite del Genoa domenica alle 12.30.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA