Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LA CRONACA – Lecce, un finale da incubo. Ko anche ad Empoli e niente terzo posto: ora i playoff

Il Lecce, dal finale di regular season inguardabile, butta via anche l’occasione di scavalcare il Monza e perde 2-1 sul campo dell’Empoli già festante. I giallorossi partono benino, ma, dopo il vantaggio, si sciolgono apparendo più in vacanza di quanto non lo fossero effettivamente gli avversari. Lunedì prossimo via alle semifinali playoff con la sfida contro la vincente di Venezia-Chievo.

Corini rivoluziona il suo undici, passano al 3-5-2 e cambiando sette titolari rispetto alla Reggina. Per Dionisi invece è formazione-tipo e tandem offensivo La Mantia-Mancuso. Inizio di match a ritmi contenuti e la prima azione degna di nota arriva al 14′, quando Henderson da corner trova la testa di Stepinski che gira abbondantemente alto. Al diciottesimo grande opportunità sul destro di Bajrami, murato al momento del tiro dall’intervento di Dermaku. Al primo tiro in porta è il Lecce a passare: 24′, traversone dalla sinistra di Gallo per la sponda di testa di Paganini che, complice il mancato intervento di Nikolaou spaventato dalla dalla presenza di Nikolov, trova in mezzo un Rodriguez libero di gonfiare la rete. La reazione empolese arriva subito dopo la mezz’ora con una punizione dal limite di Bandinelli respinta dalla barriera. Ben più pericoloso Stulac da fuori al minuto 36: destro potentissimo, Gabriel immobile e palla larga di poco. Al quarantesimo si muove bene Stepinski che dal limite, di mancino, non trova però la porta. Al 43′ clamorosa opportunità per La Mantia: l’ex giallorosso riceve la punizione di Stulac e, a porta vuota, calcia su Gabriel. Sul ribaltamento di fronte diagonale di Rodriguez da posizione defilata e palla al lato. Allo scadere doppia opportunità empolese: Gabriel respinge il colpo di testa di Mancuso da pochi passi, l’azione continua e La Mantia è solo ma ancora stoppato dall’estremo brasiliano che si oppone al diagonale.

Il pressing dell’Empoli si protrae anche a inizio ripresa e al 52′, al terzo tentativo, La Mantia stavolta la mette dentro, bucando Gabriel di testa su cross di Sabelli. Cinque minuti e ancora azzurri pericolosi di testa con Bajrami, che gira alto l’assist di Mancuso. Sessanta secondi dopo trema la porta empolese a causa del mancino a giro di Nikolov, sfortunato nel trovare il palo dopo il tocco rasoterra di Henderson. Al 61′ ancora l’ex Fehervar dal limite, conclusione deviata e Furlan blocca con qualche affanno. Contropiede toscano e Haas riceve da Parisi e, solissimo, colpisce al lato di testa. Al 69′ è invece l’Empoli a ribaltare il risultato con Matos, che lascia sul posto Lucioni e, di mancino, la mette all’angolino spiazzando Gabriel. Reazione ancora sul piede di Nikolov, che al settantunesimo calcia forte ma tra le braccia di Furlan. Tre minuti dopo Mancosu, sbilanciato, manda alle stelle da pochi passi. Più pericoloso Olivieri che, all’ottantunesimo, calcia al volo sugli sviluppi di un corner mandando al lato. Minuto 86 e ancora Sabelli a provarci con un destro al lato. Il Lecce è invece tutto nel colpo di testa alto di Stepinski al novantesimo. E’ 2-1 finale.

Esordio ai playoff il 17 maggio alle 20.45 contro la vincente di Venezia-Chievo, in trasferta. Il 20 maggio, ritorno in casa, alla stessa ora.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA

(foto: A. La Mantia, ©Coribello-SalentoSport)