LA CRONACA – Lecce, umiliazione di Coppa. Le riserve toppano e la Spal ne fa cinque

I giallorossi non scendono in campo nel primo tempo e gli estensi chiudono lì il discorso qualificazione. Lapadula e poco altro per un Liverani deluso da seconde e terze linee

Foto: Immagini Rai

Il Lecce saluta la Coppa Italia nel peggiore dei modi, venendo umiliato con un netto 5-1 dalla Spal. Un risultato pesante, forse ingiusto, ma che rispecchia i valori in campo, visto che Semplici ha puntato su molti titolari mentre Liverani su tanti esordienti, praticamente tutti deludenti.

Come prevedibile, Liverani stravolge la formazione tipo e dà spazio alle seconde linee proponendo il 4-3-1-2 con i vari Benzar, Imbula, Vera e Lo Faso ad avere un’occasione di rilancio. Diversa la scelta operata da Semplici, che manda quasi tutte le sue prime scelte in campo dal primo minuto. E l’inizio è tutto spallino. Ferraresi a un passo dal vantaggio al quarto, con Missiroli che anticipa Imbula, vince il duello con Riccardi ma solo contro Vigorito calcia al lato. Un minuto e gran giocata sulla sinistra di Reca, cross per Jankovic che sfiora e tiro sull’esterno della rete di Igor. Al 13′ velleitaria risposta giallorossa: Riccardi di testa manda al lato la punizione di Petriccione. Alla successiva accelerata, la Spal trova il vantaggio. E’ il diciottesimo e Igor supera quattro avversari, depositando agevolmente alle spalle di Vigorito. E l’estremo sardo non può nulla al 24′ quando Reca lascia sul posto Benzar e offre a Paloschi un pallone solo da spingere in porta. Un minuto e ancora Paloschi, in girata volante, sfiora il terzo gol calciando alto al volo: palla che sfiora l’incrocio. Il tris biancazzurro arriva comunque al 31′, quando Murgia sfrutta la nulla opposizione di Riccardi per mettere il pallone ancora alle spalle di Vigorito. L’orgoglio porta in attacco il Lecce al 35′, con una punizione di Vera, cross per Lapadula e traversa piena dell’attaccante giallorosso. Un fuoco di paglia: al 45′ la Spal cala il poker firmato Cionek, che deposita in porta di testa l’angolo di Jankovic. Per il Lecce termina così un primo tempo a dir poco umiliante.

Nella ripresa la Spal, comprensibilmente, cala l’intensità dei suoi attacchi. Il Lecce ne approfitta e al 55′ sigla il gol della bandiera con Imbula, autore di un gran tiro di mancino da fuori che si insacca nell’angolino basso. Un minuto dopo gran giocata di Floccari, conclusione di destro a giro e prodezza in corner di Vigorito. Poi ancora Lecce con Lapadula, che sfiora il bersaglio grosso con un siluro mancino a fil di palo. Al 66′ ancora Lapadula servito in profondità, girata di destro e Berisha blocca sicuro. Vigorito ancora bravo al 71′ nell’opporsi al gran diagonale di Valoti. Ancor più bravo Berisha un minuto dopo, quando devia sul palo la bordata di Lapadula. Al 79′ tocca a Dubickas sfiorare il palo lontano su cross di Fiamozzi. Ancora due minuti e Vera, servito da Lapadula, manda alto un gol quasi fatto. Nel finale c’è ancora il tempo per il pokerissimo che Floccari cala su assist di Paloschi all’84’.

Il Lecce saluta così la competizione. Ora la testa è al campionato e alla gara con il Genoa di domenica prossima.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

  • LECCE – Liverani sconsolato: “20 minuti di buona qualità, ma facciamo troppi errori”. Sul battibecco con Balotelli…

    È sconsolato Fabio Liverani nel post gara di Brescia. Ecco alcuni estratti delle parole rilasciate dal tecnico del Lecce a Sky: “Se questa sconfitta è un’allarme? Si è in allarme quando c’è continuità di risultati negativi, noi difficilmente abbiamo fatto male più partite. Oggi, paradossalmente, siamo partiti bene rispetto alle ultime 3-4 partite, per 20…

  • gabriel-lecce LECCE – Profondo rosso nella disfatta di Brescia. Gabriel anticipa i regali, l’attacco è troppo sterile: le pagelle

    LE PAGELLE DI BRESCIA-LECCE Gabriel voto 4,5: Liverani dopo il pari interno contro il Genoa aveva chiesto di evitare regali di Natale anticipati, ma il portiere brasiliano non sembra aver appreso la lezione della scorsa domenica, commettendo nuovamente un vero e proprio scempio che porta al gol del raddoppio bresciano, con un’uscita scellerata che di…

  • brescia-stadio-rigamonti LA CRONACA – Tris del Brescia ad un Lecce troppo brutto per essere vero

    Pesante ko esterno per il Lecce che, in una delle sfide più importanti della stagione, si sgretola sotto i colpi di un Brescia cinico e spietato, già in doppio vantaggio dopo la prima frazione, sfruttando delle gravi ingenuità dei giallorossi. Liverani si affida al solito 4-3-1-2 con Dell’Orco confermato al centro della difesa, Tabanelli al posto…

  • LIVE! BRESCIA-LECCE, il tabellino

    LIVE! BRESCIA-LECCE, il tabellino Brescia, stadio “Rigamonti” sabato 14 dicembre 2019, ore 15 Serie A 2019/20 – giornata n. 16 BRESCIA-LECCE 3-0 RETI: 31′ Chancellor, 44′ Torregrossa, 61′ Spalek — FINALE — BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Mangraviti, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali (80′ Viviani), Ndoj (29′ Spalek); Romulo; Balotelli, Torregrossa (70′ Martella). A disp. Gastaldello, Magnani, Morosini,…

  • brescia logo SERIE A – L’estro di Balotelli, la classe di Tonali e un entusiasmo ritrovato: il Brescia di Corini

    Il primo anticipo della sedicesima giornata di Serie A proporrà una sfida infuocata in chiave salvezza, con il Lecce di Liverani che renderà visita al Brescia del rientrante Eugenio Corini, in un incontro che sa tanto di crocevia stagionale, soprattutto per i padroni di casa, reduci comunque dall’importante successo di Ferrara contro la Spal. Dopo la…