LA CRONACA – Lecce, punti buttati via a Cosenza. I giallorossi sprecano l’impossibile, è pari

Coda porta in vantaggio i suoi ma poi spreca il rigore, che si somma ai tanti gol mangiati da compagni. Ora la classifica non sorride.

Foto: una fase di gioco (©Dazn)

Un Lecce finalmente capace di creare tanto dal primo all’ultimo minuto ma incredibilmente sprecone è costretto al pareggio dal Cosenza, che resta imbattuto. I giallorossi vanno avanti, per poi dare il via al festival dei gol mangiati, rigore incluso. Ora la classifica vede allontanarsi i primi posti.

Novità di modulo per Corini, che opta per il 4-3-1-2 adattando Paganini dietro la coppia offensiva Stepinski-Coda. Risponde Occhiuzzi con il 3-4-1-2, puntando subito sull’ex Vera, alla prima convocazione in rossoblu. I salentini partono bene nel primo tempo proponendosi con continuità, riuscendo però solo ad arrivare ad una conclusione di Paganini al quarto che, deviata, va tra le braccia di Falcone. Poi doppia fiammata Cosenza. All’8′ Baez lancia Carretta, che sfrutta l’infortunio di Dermaku e si presenta solo davanti ad un prodigioso Gabriel, che devia in angolo. Due minuti e Baez prova a mettersi in proprio, rientra sul destro ma conclude fuori. Dopo aver sbagliato tanti passaggi in extremis, il Lecce si rifà e colpisce al dodicesimo: Henderson lancia Coda, che sfrutta il cross basso respinto da Legittimo per ribadire in rete da due passi. Al quarto d’ora reazione rossoblu sull’asse Gliozzi-Sciaudone: Gabriel ancora decisivo e deviazione in corner. Al 22′ il Lecce ha l’occasione per raddoppiare con il rigore guadagnato da Paganini ma che Coda spreca sparando su Falcone. Quattro minuti e Stepinski fa anche peggio, mandando al lato un assist di Paganini solo da spingere in rete. Nell’ultima parte di prima frazione solo giallorossi insidiosi, ma senza stavolta creare grandi pericoli alla porta avversaria.

Buon Lecce anche ad inizio ripresa, anche se sono troppe le ripartenze fallite. Come al 54′, quando l’assist di Henderson per Coda porta al mancino del 9 che sfiora l’incrocio dei pali. Un minuto e Meccariello di testa costringe Falcone alla parata plastica. Troppi gol sbagliati, ed il Lecce è punito al 55′: Bittante calcia forte, respinta di Gabriel e Gliozzi è libero di ribattere a rete, anche se lievemente in fuorigioco. Subito dopo attento l’estremo brasiliano sulla rovesciata di Bittante. Il Cosenza è galvanizzato, i giallorossi rifiatano e si riportano avanti al 68′, quando Falcone è decisivo prima su Paganini e poi su Henderson. Al 79′ rigore in movimento sul destro di Mancosu, che spara alto il cross di Adjapong deviato dalla difesa calabrese. Due minuti dopo Baez calcia alto da ottima posizione su cross di Bahlouli. Nuova prodezza di Falcone all’85’: prodigioso intervento a mano aperta del portiere rossoblu sul piattone di Pettinari. Un minuto dopo non è da meno Gabriel, che salva sul siluro di Petrucci. Assedio Lecce nel finale, ma Falcone è ancora attento sul tiro di Tachtsidis. E’ 1-1.

Nel prossimo turno Lecce in campo nel posticipo del lunedì in casa col Pescara.

LIVE! COSENZA-LECCE, il tabellino

SERIE B – Risultati 5ª giornata, classifica e prossimo turno

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati