Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: Mancini vs Krstovic
copyright: Coribello/SalentoSport

LA CRONACA – Lecce, pallottoliere di occasioni con una Roma graziata. Ma il punto resta prezioso

Il Lecce torna a far punti anche in casa, ma lo 0-0 con la Roma sta clamorosamente stretto ai salentini. Gotti bagna infatti il suo esordio interno con una gran bella partita con i suoi che sommergono di occasioni gli avversari, pur rischiando in un paio di circostanze. Il divario di vantaggio sulla zona retrocessione resta così invariato.

Gotti cambia ancora e propone il 4-4-2 con Dorgu a sinistra in mediana e coppia pura Krstovic-Piccoli. Sorprende De Rossi che fa 4-3-2-1 e manda Zalewski e Baldanzi alle spalle di Lukaku. Nel primo tempo la prima squadra a provarci è la Roma, che da corner chiama Falcone alla parata direttamente in battuta con Paredes, quando è il quarto minuto. Nell’azione seguente, sempre da angolo, è Pongracic a chiamare Svilar ad una parata ben più facile. All’undicesimo Baldanzi si muove bene al limite dell’area e di sinistro manda largo di poco. A cavallo del quarto d’ora doppio tentativo salentino con Piccoli e e Gendrey che per poco non trovano la porta. Grandissima opportunità al 22′ sul destro di Piccoli; nell’occasione il 91 calcia al lato da ottima posizione, ma ci sarebbero stati Krstovic e Almqvist soli davanti a Svilar. Cinque minuti e discesa incontenibile di Gallo, mancino e palla sull’esterno della rete dopo la deviazione di un difensore. Alla mezz’ora altra grossa opportunità sul piede di Piccoli che, servito da Krstovic, manda alto di mancino. Nei due minuti successivi altrettante occasioni per i tiri di Almqvist e Dorgu su cui è bravo Svilar. Portiere romanista decisivo cinque giri di lancette più tardi per opporsi al mancino forte di Piccoli, bloccato a terra. L’assolo del 91 giallorosso prosegue al quarantaduesimo quando aggira Ndicka e spara alto da posizione vicina, seppur defilata. Così a chiudere in attacco è la Roma che subito prima del duplice fischio prima sfiora il tocco sottoporta con Zalewski e poi con il palo esterno colpito da Angelino su punizione.

Nella ripresa è il Lecce a farsi vedere subito, al 47′, in avanti con il colpo di testa di Krstovic nettamente alto sul cross di Blin. Pericoloso Baldanzi al 58′, autore da due passi di un destro masticato e fuori misura. Al sessantaduesimo Sansone si presenta con un destro da posizione centrale che chiama Svilar alla presa a terra. Ennesima madornale opportunità salentina al minuto 68: Sansone lancia Krstovic, tocco perfetto a ritroso per Dorgu e mancino fuori di millimetri. Cinque minuti dopo è però Falcone a doversi superare per mandare in angolo la conclusione di Aouar a botta sicura. Attento poi il portiere leccese al 77′, sul più lento diagonale di El Shaarawy. Svilar non è da meno all’ottantaseiesimo, quando si supera per mandare in angolo il destro forte di Banda. Dal corner seguente Sansone completamente solo e libero di insaccare, ma pallone alto sopra la traversa. Ultima occasione ancora per il Lecce: in pieno recupero Oudin riceve sui 25 metri, bordata mancina e palla che coglie la parte alta della traversa. Si chiude così a reti bianche.

Nel prossimo turno il Lecce sarà ospite del Milan, sabato alle 15.

IL TABELLINO

Lecce, stadio “Via del Mare”
lunedì 01.04.2024, ore 18
Serie A 2023/24, giornata 30

LECCE-ROMA 0-0

LECCE (4-4-2): Falcone – Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Gallo (82′ Venuti) – Almqvist (61′ Banda), Blin, Ramadani, Dorgu (72′ Oudin) – Krstovic, Piccoli (61′ Sansone). A disp. Brancolini, Samooja, Rafia, Gonzalez, Berisha, Esposito, Burnete, Pierotti, Touba. All. Luca Gotti.

ROMA (4-3-3): Svilar – Karsdrop (84′ Celik), Mancini, Ndicka (46′ Huijsen), Angelino – Cristante, Paredes, Bove (64′ Aouar) – Baldanzi (84′ Dybala), Lukaku, Zalewski (64′ El Shaarawy). A disp. Rui Patricio, Boer, Smalling, Llorente, Sanches, Pisilli, Joao Gabriel. All. Daniele De Rossi.

ARBITRO: Matteo Marcenaro sez. Genova (Mondin-Moro; IV Marinelli; VAR Paterna-Di Paolo).

NOTE: ammoniti Piccoli, Baschirotto, Ramadani (L), Ndicka, Cristante (R). Rec. 2′ pt, 5′ st.

RISULTATI E CLASSIFICA