LA CRONACA – Lecce molle e sfortunato, il Brescia lo asfalta con un tris

I giallorossi mancano in tutti i momenti clou della sfida, finendo nella morsa della grinta lombarda. Anche se un gol annullato ingiustamente avrebbe potuto cambiare tutto.

Il Lecce mostra nell’anticipo del Rigamonti tutto il brutto che non aveva fatto vedere nelle prime uscite stagionali, finendo asfaltato da un secco 3-0 dal Brescia. I giallorossi non demeritano nella prima ora di gioco, in cui sono sfortunati e puniti dall’annullamento di un gol regolare, ma appaiono molli dinanzi alla grinta avversaria ed inconsistenti nelle fasi cardine del match. Si ferma così l’undici salentino, che viene raggiunto a 4 punti proprio dai biancazzurri.

Sul campo della sua ex squadra Corini conferma il 4-3-3, potendo finalmente contare su Falco dall’inizio e facendo esordire Bjorkengren in mediana. Lopez risponde con il solito 4-3-1-2 e Ayè, Donnarumma davanti. Il Lecce prova subito a farsi vedere in attacco, e dopo un minuto e mezzo Stepinski gira debolmente la punizione di Falco tra le braccia di Joronen. Alla prima occasione, il Brescia trova il gol. Percussione del duo Spalek-Ayè sulla destra, opposizione leggerina della difesa giallorossa e facile assist del francese per Ndoj, che insacca agevolmente. La reazione giallorossa non si fa attendere e al decimo prima Henderson manca i tempi per la conclusione da due passi e poi Majer sfiora l’incrocio dalla distanza. L’undici di Corini prova a pressare, ma il Brescia prende le misure e si fa vedere in contropiede. Così solo al 36′ il Lecce ritrova la via del tiro, con un mancino da fuori di Falco deviato in angolo. Sei minuti e Listkowski tenta la giocata personale accentrandosi e lasciando partire un destro dal limite decisamente fuori misura.

Nella ripresa Lecce subito aggressivo ed al tiro al 48′ con Henderson, che gira debolmente da ottima posizione sprecando l’assist di Zuta. Al 56′ i giallorossi troverebbe il gol con un colpo di testa di Meccariello su cross di Calderoni, ma il guardalinee alza la bandierina chiamando un fuorigioco inesistente. Cinque minuti e alleggerimento bresciano con un azione confusa di Ayè, conclusa con un rimpallo al lato. Il Lecce però inizia a farsi male da solo, sprecando palloni in uscita a non finire e favorendo il bis locale, arrivato al 67′ ancora con Ndoj, che sfrutta l’opposizione pari a zero di Meccariello per infilarla sotto la traversa. Timida reazione giallorossa al 71′ con la punizione di Falco deviata agevolmente in corner da Joronen. Cinque minuti e di testa ci prova Paganini, poi tocca a Coda in girata e, all’ottantesimo, a Pettinari da fuori. In tutti i casi la palla è facile preda del portiere finlandese. Nel finale il Lecce si addormenta ed i lombardi ne approfittano per calare il tris con Ayè, che insacca da due passi il cross di Skrabb per il 3-0 conclusivo.

Nel turno infrasettimanale Lecce in campo in casa con la Cremonese, mercoledì alle 19.

IL TABELLINO

RISULTATI E CLASSIFICA

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati