Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

LECCE – È già ora di voltare pagina, si va a Crotone. Baroni: “Ci sarà da correre”. I convocati

Nemmeno il tempo di metabolizzare il 3-2 contro l’Alessandria, che il Lecce, domani sera, ritorna in campo per la quinta giornata di Serie B. Avversario di turno, il Crotone. Le parole di mister Marco Baroni nella conferenza stampa pre-gara.

“Ho visto il Crotone nella gara contro il Como, praticano un calcio dinamico e aggressivo e quindi ci sarà da correre. Noi dobbiamo solo pensare ad andare in campo, consapevoli che il nostro avversario sarà di livello importante. Il risultato di sabato ci può dare grande convinzione e morale, ci sono i presupposti per fare una grande partita di intensità fisica e mentale”.

Capitolo infortunati: Strefezza ha un piccolo edema e ho scelto di lasciarlo in tribuna per non cadere nella tentazione d’inserirlo. Majer ha un problema tendineo all’inserzione dell’inguine e con l’Alessandria è sceso in campo dopo aver preso un antidolorifico. Tuia è ok, ha preso una ginocchiata al collaterale ma il problema è superato”. 

Sui problemi offensivi: “Analizzo i dati, non mi piace utilizzarli ma, contro il Benevento, siamo entrati in area 50 volte e abbiamo fatto 28 cross. Dobbiamo migliorare ed essere precisi in rifinitura. Contro l’Alessandria abbiamo calciato troppo ma abbiamo fatto l’80% di azioni manovrate e quando giochi contro squadre schierate non è facile. Ma abbiamo le qualità per superarle”. 

Sullo schema tattico: “In casa abbiamo giocato due gare particolari, perché siamo stati sempre raggiunti dopo essere stati in vantaggio. Dobbiamo migliorare nella gestione dei palloni, perché nei tre gol che abbiamo subito in casa, gli avversari hanno fatto poco. Annotiamoli come episodi nel percorso di crescita. Nel nostro sistema di gioco ci sono quattro difensori, due esterni offensivi e una punta, ma si può anche giocare con un calciatore dietro la punta o al suo fianco, cambia poco. Rodriguez dà il meglio di sé quando è fronte alla porta, sono soluzioni che dobbiamo valutare in base all’avversario: 4-2-3-1 o 4-4-1-1 sono possibilità tattiche concrete. In discussione? Tutti lo siamo, io per primo e si lavora per migliorarci. Non sono per le bocciature, ma per lavorare e migliorare”. 

I CONVOCATI

PORTIERI – Bleve, Gabriel, Borbei

DIFENSORI – Vera, Lucioni, Meccariello, Tuia, Bjarnason, Gendrey, Gallo, Calabresi, Barreca

CENTROCAMPISTI – Paganini, Olivieri, Helgason, Blin, Listkowski, Bjorkengren, Strefezza, Majer, Hjulmand, Di Mariano, Gargiulo

ATTACCANTI – Coda, Rodriguez

Non convocati: Pisacane (inf.), Benzar, Vultuar, Burnete, Felici, Milli, Dermaku (inf).