Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: W. Falcone
copyright: Coribello/SalentoSport

LECCE – Falcone: “Contro la Roma la mia famiglia mi tifa contro. Qui ho trovato stabilità”

Wladimiro Falcone è stato ospite di un programma di approfondimento in onda su Dazn. Per il portiere del Lecce si avvicina il ‘suo’ match dell’anno contro la sua squadra del cuore, la Roma. Un estratto delle parole del numero 30 giallorosso-salentino.

“Sono nato e cresciuto a Roma in una famiglia romanista, quindi il tifo per la squadra giallorossa era inevitabile. La mia famiglia è così romanista che per una giornata mi sta contro e spera che vinca la Roma contro di me. Li capisco, per me è sempre stata una partita speciale e sento anche pressione in più perché so che se sbaglio sono subito pronti a puntarti il dito contro, dicendo che puoi averlo fatto apposta: per questo devo dare più del 100%. Nazionale? L’anno scorso è arrivata la convocazione con Spalletti, un sogno davvero. Col mister, però, non ci ho parlato, so che ci sono portieri che vengono sempre chiamati e che stanno facendo benissimo, quindi non ci spero, so che la chiamata, per ora, non arriverà. Il sogno e l’obiettivo, comunque, restano. L’Italia è in buone mani”.

“A Lecce ho trovato stabilità, sto benissimo, la città mi piace, la gente è fantastica e ho trovato amici che mi fanno stare bene anche fuori dal campo. Poi sono una buona forchetta e qui si mangia anche bene, cosa fondamentale. Il clima è bellissimo, il mare non ti dico, c’è tutto per stare bene. Il nostro momento? L’anno scorso abbiamo più o meno passato la stessa situazione, non abbiamo cambiato allenatore ma venivamo da sette sconfitte di fila e alla fine ci siamo salvati. Quest’anno siamo nella stessa situazione con l’unione e la voglia di remare tutti dalla stessa parte. Il gruppo è unito e in noi non c’è mai stata l’idea di dover retrocedere, Non siamo mai stati nelle ultime posizioni e non voglia di certo entrarci. Dobbiamo toglierci da questa situazione il prima possibile”.