SERIE C – Delusione di inizio stagione, alla caccia di punti e del treno-playoff: il Cosenza dell’ex Braglia

I rossoblù sono reduci da un avvio di stagioni da thriller che li ha trasformati in poco tempo da outsider per la vetta a protagonista dei bassifondi della classifica

braglia piero ph m caputo

Foto: Piero Braglia (©Michel Caputo)

Oltre ad essere un affascinante monday night dal vecchio sapore di Serie B, viste le numerose e talvolta storiche sfide tra le due compagini in cadetteria, Lecce-Cosenza, posticipo dell’undicesima giornata, sarebbe già potuto essere uno dei più attesi big match dell’intera stagione. Nonostante le premesse estive favorite dal sontuoso mercato condotto dal ds silano (e salentino) Stefano Trinchera, il faccia a faccia del Via del Mare assume i connotati di un testa-coda, complice l’ottimo periodo dei giallorossi e la pessima partenza di campionato dei rossoblù. Il che toglie un pizzico di pepe in più da una pietanza che si presenta agli occhi dei buongustai come già ricca di sapori, tra passato illustre, incroci di vite e l’indiscutibile qualità di entrambi gli organici.

Dal 1914 il Cosenza Calcio rappresenta il capuologo della Sila nei principali campionati italiani, in particolare di seconda e terza serie, con 21 apparizioni al di sotto di queste ultime (ma mai più giù dell’interregionale) e nessuna in A. Tornato a respirare aria di alto professionismo dopo ben tre fallimenti (2003, 2007 e 2011), il sodalizio rossoblù ha proprio nel Lecce l’avversario che gli ha impedito di fare il tanto agognato salto in massima serie: era il 14 giugno 1992 e un gol di Maini consegnò i tre punti a una squadra, quella salentina allenata da Bigon, che non aveva nulla più da chiedere al campionato, negando al Cosenza lo spareggio per la A con l’Udinese. Quello appena citato è certamente il più celebre dei ben 73 precedenti tra i due club, per un bilancio che sorride, seppur di poco, ai giallorossi, avanti 27 vittorie a 24 oltre ai 22 pareggi. Delle ultime quindici sfide, i Lupi della Sila ne hanno vinta solo una (1-0 al San Vito-Marulla nel 2015), mentre al 2015/2016 risalgono i più recenti sorrisi giallorossi, sia in casa che in trasferta: all’andata a Lecce fu 1-0 con centro di Surraco, al ritorno pirotecnico 3-4. In quella stagione sulla panchina leccese sedeva nientepocodimenoché Piero Braglia, attuale trainer rossoblù e capace in quella stagione, nella quale sfiorò la B (giallorossi terzi e sconfitti nella semifinale playoff dal Foggia), di fare 3 su 3 con il Cosenza, visto che i due incontri di campionato furono anticipati dall’1-3 in terra calabrese di Coppa Italia Lega Pro. Per quanto riguarda il totale dei precedenti nel Salento, il Lecce vanta 20 successi contro i 4 avversari, a cui si sommano i 13 pareggi.

Dopo una stagione, quella passata (del post-Meluso), buona ma non indimenticabile, a Cosenza per quest’anno si era davvero sognato in grande. Il presidente Eugenio Guarascio ha puntato forte sulle giovani idee del sorprendente Stefano Trinchera, che bene aveva fatto nell’intermezzo leccese antecedente il nuovo miracolo-Francavilla, ma ha dovuto correggere il tiro dopo un avvio da film dell’orrore. Avvio che è costato caro al tecnico Gaetano Fontana, che non è mai riuscito a trovare il bandolo della matassa di una squadra profondamente rinnovata rispetto all’anno prima.

Al suo posto è stato chiamato un allenatore garanzia di qualità, soprattutto quando c’è da raddrizzare la rotta di una nave alla deriva: Piero Braglia. Il maremmano ha ricevuto in dote una squadra ultima a 2 punti dopo cinque partite, ed in quattro ne ha sommati il triplo. Un bottino che non fa sognare i tifosi, ma che quantomeno ha regalato i primi due successi del torneo ai rossoblù, reduci dal fondamentale 2-1 casalingo con il Bisceglie ma che ancora sembrano non aver trovato le giuste quadrature difensive (penultima difesa del campionato con due gare in meno rispetto all’Akragas ultima) e sfoderato le proprie qualità in avanti. Tutto questo nonostante a una rosa che, come detto, ha poco da invidiare a quelle delle squadre che puntano alla parte alta della griglia-playoff, vero obiettivo stagionale ancora non definitivamente naufragato (il Matera sesto è lontano “solo” otto punti).

Il lavoro di Trinchera in sede di mercato è stato all’unanimità valutato come esemplare. Confermato il forte Perina tra i pali, in difesa sono stati piazzati i colpi Idda e Pascali, elementi di prima fascia per la categoria. A centrocampo i minori cambiamenti, tra cui spicca tuttavia l’arrivo del regista Loviso, uno dei tantissimi ex del match (Ciancio, Arrigoni e Meluso da una parte, Braglia, Trinchera, Pinna, lo stesso Loviso, Baclet e Caccavallo dall’altra). In attacco, infine, a Baclet e Mendicino sono stati affiancati Caccavallo e Tutino.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

  • di-bello-marco-brindisi-arbitro SERIE A – Irrati per lo scontro diretto Brescia-Lecce, c’è anche il Derby della Lanterna: programma e arbitri della 16ª

    A pochi mesi dalla battaglia testa a testa nel campionato cadetto, Brescia e Lecce tornano ad affrontarsi in Serie A per un match che mette in palio punti pesantissimi in chiave salvezza. I giallorossi arrivano al “Rigamonti” con diversi elementi chiave tra infortunati e squalificati, mentre le Rondinelle, da qui alla pausa natalizia, dovranno affrontare un…

  • meluso LECCE – Per il centrocampo piace Ionita del Cagliari, Donati vicino alla firma

    Se il campo prima della sosta natalizia metterà il Lecce di fronte a due sfide importantissime in chiave salvezza, fuori dal rettangolo verde la società di Via Costadura sembra essere già al lavoro per puntellare l’organico a disposizione di mister Fabio Liverani. Secondo un’indiscrezione lanciata da Gianluca Di Marzio sul proprio sito ufficiale, il ds…

  • salento-women-soccer-101119 LECCE – Nasce la “Women Lecce”, la società di calcio femminile giallorossa

    L’Unione Sportiva Lecce avrà una sua squadra di calcio femminile ufficiale. La società di via Costadura, tramite una breve nota, ha comunicato, infatti, di aver acquisito il controllo dell’Asd Salento Women Soccer, la storica formazione di calcio femminile che attualmente milita in Serie C. “Nell’ambito del percorso già intrapreso da diverse stagioni – si legge…

  • LECCE – Lapadula: “Contro il Brescia assenze pesanti, ma la nostra vera forza…”

    Dopo uno stop di due giornate per l’episodio che lo ha visto coinvolto nella sfida contro il Cagliari, sabato a Brescia, Gianluca Lapadula tornerà disponibile, in un’altra sfida, quella del Rigamonti, fondamentale in chiave salvezza. In mattinata l’attaccante giallorosso è intervenuto in sala stampa, queste le sue dichiarazioni: “Dopo questo stop forzato di due giornate, riparto…

  • giudice-sportivo lega pro com SERIE A – Giudice sportivo, Lecce senza due big contro il Brescia

    Il Lecce ha svolto una seduta pomeridiana di allenamento questo pomeriggio sul terreno dell’Acaya Golf Resort, in vista dell’anticipo di campionato di sabato pomeriggio alle 15 in casa del Brescia. A parte si sonoallenati Mancosu, Meccariello, Calderoni, Dumancic e Rossettini. Lo staff medico giallorosso conterà di recuperarli in tempo per la gara contro le Rondinelle…