LECCE – Dalla Bona e quel sogno Europa targato Zeman: “Un anno spettacolare, potevamo arrivare più in alto”

L'ex centrocampista che in giallorosso firmò il record personale di reti in una sola stagione: "Ricordi indelebili. Ora tifo per i ragazzi di Liverani, che possono arrivare in alto"

samuele-dalla-bona ph affariitaliani.it

Foto: Samuele Dalla Bona contrasta Del Piero (©affaritaliani.it)

Tra i titolarissimi di una delle formazioni acclamate con maggiore affetto dai tifosi del Lecce, Samuele Dalla Bona non manca di ricordare spesso, sui personali canali social, i bei momenti vissuti in maglia giallorossa. Era il 2004/2005, e con Zeman in panchina i salentini accarezzarono il sogno europeo facendo divertire non solo il pubblico del Via del Mare, ma l’Italia intera. Dalla Bona ne ha parlato ai nostri microfoni, ricordando quell’indimenticabile stagione.

“E’ stato un campionato fantastico – ha affermato l’ex calciatore classe 1981, 36 gettoni e 6 reti con i giallorossi –  ho bellissimi ricordi di quell’esperienza. Lecce era davvero un’isola felice in quella Serie A, oltre che una bellissima città e una piazza calda con tifosi splendidi. Prima di venirci ero titubante poiché non ero mai stato al sud, ma solo a Milano, Bologna e Londra, tuttavia quando chiesi a Donadel mi consigliò subito di accettare perché mi sarei trovato benissimo, e così è stato. Eravamo una squadra molto forte, costruita alla grande dalla società e dal ds Corvino. Gli ingredienti c’erano tutti: dirigenti seri, qualità e voglia di fare nei calciatori e capacità di un tecnico, Zeman, che pretendeva molto ma dava tantissimo, in termini di gioco di squadra e di miglioramenti del singolo. Certo, si correva tantissimo, tranne Ledesma che era risparmiato da tale compito, ma ne è valsa la pena. Abbiamo fatto record di gol e sfiorato la miglior posizione nella storia del Lecce. Forse con maggiore convinzione e fortuna avremmo anche potuto conquistare una posizione Uefa che ci è sfuggita con l’arrivo della primavera, quando abbiamo un po’ mollato in termini di intensità. E’ rimasta un sacco di soddisfazione e giusto un po’ di rammarico per quello che sarebbe potuto essere. L’estate dopo chiesi al Milan di essere confermato nel Salento, ma loro erano di altro avviso e mi mandarono alla Sampdoria. Peccato”.

Dalla Bona è ancora attento alle sorti del Lecce: Seguo sempre i giallorossi, stanno facendo benissimo. Questa società mi piace molto, anche se non la conosco personalmente, tuttavia il bene che hanno portato al Lecce è sotto gli occhi di tutti, prendendolo in anni di grande difficoltà e riportandolo in Serie B. I ragazzi di Liverani si stanno davvero ben comportando, auguro loro di riportare i giallorossi dove meritano di essere. Venerdì scorso stavo guardando la gara con l’Ascoli, peccato per quello che è successo a Scavone. Per fortuna poi è andato tutto bene. La prossima a Venezia non sarà facile, ma il Lecce deve continuare su questa strada. I giallorossi avranno sempre il mio supporto”.

Tropical Store

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati