LA CRONACA – Prima il brivido, poi Di Piazza-gol. Pari Lecce con il Catania e distacco in vetta conservato

I giallorossi vanno sotto a causa di un discusso rigore di Lodi, trovando la reazione nel secondo tempo trascinati dal loro numero 9, partito dalla panchina

di piazza mcaputo

Foto: Matteo Di Piazza (©Michel Caputo)

Termina con un giusto 1-1 il big match della ventiduesima giornata di Serie C che vedeva di fronte Lecce e Catania, prima e seconda della classe. I giallorossi, partiti a razzo, sono stati presto freddati dal quantomeno dubbio rigore di Lodi, per poi reagire in un secondo tempo per lunghi tratti dominato anche grazie all’innesto di Di Piazza. Quello conquistato dinanzi a un pubblico caldissimo nonostante la pioggia è un punto preziosissimo per l’undici di Liverani, che mantiene distante i rossazzurri quattro punti sotto.

Nel primo tempo il Lecce prova ad aggredire subito il Catania, organizzato nel resistere alla verve giallorossa e cercare di ripartire. L’insistenza offensiva iniziale dei locali porta a diverse incursioni soprattutto con Di Matteo, a cui manca solo la precisione nel passaggio decisivo. Al settimo il primo tiro del match è di marca salentina: Riccardi riceve da schema d’angolo, mancando di parecchio la porta da fuori. Al 13′ anche il Catania cerca la conclusione dalla distanza con Caccavallo, il cui tiro deviato termina in corner mette i brividi a Perucchini. Al diciannovesimo i rossazzurri passano sfruttando al meglio un contropiede. Di Grazia si invola e calcia, Perucchini respinge ma sulla palla si avventa Mazzarani che viene atterrato: rigore, con Lodi freddo a trasformare dagli undici metri. Il gol subito raggela la compagine salentina, che si proietta in avanti senza riuscire a calciare in porta. Al minuto ventinove è invece ancora il Catania a provarci con un colpo di testa di Bogdan su azione di corner che termina sul fondo di non molto. Al 40′ prima parata di Pisseri, che blocca a terra il colpo di testa in torsione di Caturano. Termina così il primo tempo, con il Lecce incapace di abbozzare una reazione organizzata.

La ripresa registra un Lecce più volenteroso, ma ancora troppo impreciso negli ultimi venti metri. Il Catania invece cerca il contropiede, come al cinquantaduesimo quando Caccavallo trova lo spazio per calciare sul fondo. Al 60′ è Riccardi a provarci di testa su calcio d’angolo, non trovando la porta. Più preciso Cosenza due minuti più tardi, con Pisseri attento a bloccare sul primo palo. I giallorossi avanzano il proprio raggio d’azione offrendo qualche spazio in più alla ripartenza ospite. Al 65′ Curiale ha una grande opportunità per colpire, ma il suo diagonale da ottima posizione si spegne sul fondo. Passano due minuti e il Lecce perviene al pareggio grazie al neo entrato Di Piazza che, imbeccato in profondità da Mancosu, batte Pisseri con un mancino preciso. La formazione di Liverani è galvanizzata dal pareggio e ora gioca bene. Al settantesimo bella azione dei giallorossi a liberare al tiro Tsonev, che non inquadra la porta. Ben più vicino al gol Di Piazza al settantaduesimo, lanciato ancora in avanti, che stavolta cerca un sinistro a giro che non trova l’incrocio dei pali per un paio di metri. All’84’ il solito bomber giallorosso impatta bene il cross di Lepore ma non riesce a dare precisione alla palla, larga di un soffio. Nel finale è assalto Lecce che non sortisce particolari palle-gol, e la gara termina così con un pareggio.

Nel prossimo turno i giallorossi saranno impegnati sul campo del Rende, domenica 28 alle ore 16.30.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già collaboratore de Il Giornale di Puglia, il Corriere dello Sport e, dal 2013, redattore di SalentoSport.net.

Articoli Correlati