LA CRONACA – Il Lecce spreca tutto e si butta via con la Juve Stabia. Primo ko per Liverani

Un gol nella ripresa di Mastalli punisce l'inconsistenza offensiva dei giallorossi, che dominano novanta minuti sbagliando una serie incredibile di palle-gol

Foto: La delusione di Matteo Di Piazza

Arriva il primo ko in campionato della gestione Liverani per il Lecce, sconfitto 0-1 tra le mura amiche (è anche la prima sconfitta casalinga dei giallorossi) dalla Juve Stabia al termine di una partita stregata. Un possesso palla pressoché esclusivo e un’importante somma di palle gol sommate non sono bastate ai salentini, protagonisti di un match da record di imprecisioni palla al piede. In vetta tutto invariato, complice il turno di riposo osservato dal Catania, ma ora il +7 è solo virtuale.

Nel primo tempo il Lecce parte all’attacco, mentre la Juve Stabia cerca soprattutto di mantenersi compatta per resistere alle avanzate giallorosse. Gli ospiti appaiono ordinati, anche se al sesto rischiano il pasticcio in seguito a un errato rinvio di Bacci che offre a Saraniti l’opportunità di calciare a rete di prima intenzione dalla trequarti, ma il tiro che ne esce è troppo schiacciato a terra e non trova la porta. Al quarto d’ora grande occasione per Di Piazza, il cui colpo di testa su cross al bacio di Costa Ferreira è perentorio e al tempo stesso impreciso; palla al lato di poco.  Al 22′ azione al bacio sull’asse Lepore-Armellino, cross per l’incornata di Saraniti alta di un soffio. Alla mezz’ora lo schema da corner dei salentini libera al tiro Lepore: siluro da posizione centrale e palla che va vicina all’incrocio dei pali, spegnendo però sul fondo. Il Lecce è assoluto padrone del campo, schiaccia la Juve Stabia nella propria area di rigore ma non riesce a trovare il passaggio decisivo per andare al tiro. E al quarantatreesimo sono proprio i campani a cercare di punire la sterilità offensiva dell’undici di Liverani in contropiede, con Paponi che, lanciato da Vicente, cerca il palo lontano con un destro al volo al lato di pochi centimetri. Un minuto dopo i giallorossi provano a sbloccare il punteggio prima dell’intervallo, ma il diagonale di Lepore è largo e si va negli spogliatoi a reti bianche.

La ripresa prende il via con i giallorossi proiettati in avanti e vicini al gol dopo tre minuti. Costa Ferreira si prepara bene per il potente mancino dal limite respinto da Bacci, sulla ribattuta si avventa Saraniti che spara alto da buona posizione. Al 50′ prova a rispondere la compagine stabiese su azione di corner; il cross di Viola trova la deviazione di Bachini che non trova la porta di un paio di metri. Al 57′ bordata dal limite di Mancosu e super respinta d’istinto di piede di Bacci, poi ancora possesso Lecce con Arrigoni anche lui al tiro da fuori, centrale e bloccato dall’estremo gialloblù. Al 67′ nuovo alleggerimento di marca ospite che libera alla conclusione dalla distanza Viola: palla in curva. Ben più insidioso Armellino due minuti più tardi, quando il suo destro potente e rasoterra trova la presa a terra di Bacci. Al 71′ arriva, inatteso e clamoroso, il vantaggio della Juve Stabia, che approfitta al meglio di una ripartenza orchestrata da Paponi, bravo nel servire a Mastalli una palla solo da mettere dentro. Cinque minuti dopo tentativo di reazione giallorossa con un’iniziativa di Lepore sulla destra, la quale porta a un cross sul primo palo respinto da Bacci. Ancora il capitano giallorsso a un passo dal gol al minuto ottantaquattro: la sua punizione sfiora l’incrocio dei pali. A tre dal novantesimo corner di Torromino per la testa di Arrigoni, e palla sul fondo di poco. Sul ribaltamento di fronte la Juve Stabia sfiora il bis con Franchini, che coglie in pieno il palo, e ancora in contropiede al novantaduesimo con stavolta un super Perucchini ad evitare il raddoppio. Nell’ultima azione del match clamorosa palla-gol per il Lecce: Caturano serve a Torromino la palla del pari, ma il tiro cross del 7 giallorosso è salvato sulla linea da Marzorati che fissa il risultato in favore dei suoi. Arriva così il primo ko in campionato della gestione Liverani.

Nel prossimo turno il Lecce scenderà sul campo dell’Akragas, sabato 3 alle ore 14.30.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati

  • serie b logo SERIE B – Rischio zero derby per il Lecce. Bari e Foggia a un passo dal baratro

    La nuova Serie B, la cui lista dei partecipanti sembrava essere stata chiusa dalla promozione del Cosenza in seguito alla vittoria dei playoff di C, potrebbe essere riscritta dalla giustizia sportiva. Sono infatti al vaglio di procura federale e relativi tribunali le situazioni inerenti Bari, Foggia e Cesena, che a questo punto rischiano seriamente di…

  • de-picciotto-rene-lecce ph fasanolive.com LECCE – De Picciotto: “Acquistare il ‘Via del Mare’? Vi spiego…”

    È il personaggio del momento. Renè De Picciotto, già azionista dell’Us Lecce nella scorsa stagione, ha deciso di aumentare la sua quota di partecipazione azionaria portandola dal 15 al 30%. Il dirigente è stato intervistato dal Nuovo Quotidiano di Puglia e ha parlato, tra le altre cose, della possibilità di acquisto del “Via del Mare”….

  • logo-lecce tlp com LECCE – Novità per il servizio biglietteria, sottoscritto l’accordo con la Vivaticket

    Sarà l’azienda Vivaticket, del gruppo best Union Company Spa, a gestire il sistema di biglietteria per la prossima stagione agonistica nella quale il Lecce militerà in Serie B. Questo il comunicato di Via Costadura: “L’US Lecce comunica di aver sottoscritto un accordo con Vivaticket del gruppo Best Union Company SpA, che, a partire dalla nuova…

  • riccardi LECCE – Il colpo-Riccardi è ufficiale, quello Pettinari quasi. E Di Piazza torna a Foggia

    Secondo colpo di mercato del Lecce 2018/2019. Da ieri infatti Davide Riccardi è un calciatore giallorosso al 100%. Il club di via Costadura ha esercitato il diritto di riscatto del cartellino del giovane difensore centrale dall’Hellas Verona, ufficializzando così la firma di un contratto che avrà la durata di quattro anni. Un’operazione cercata e convinta…

  • via-del-mare-lecce-alessandria-310517-ss LECCE – Salta la scelta di San Benedetto del Tronto, la società studia una soluzione in proprio

    Nemmeno lo stadio “Riviera delle Palme” di San Benedetto del Tronto è a norma e quindi il Lecce decide di pensare ad un’altra soluzione “tampone” in attesa dei lavori d’adeguamento comunali. Quella di noleggiare delle torri faro per portare l’illuminazione del “Via del Mare” (che arriva sino a 600 lux) fino agli 800 lux richiesti….