CALCIOMERCATO – Rebus Osti, cinque comproprietà da risolvere

Carlo Osti

Foto: C. Osti (©SalentoSport)

Tra il 19 e il 22 giugno si decide il destino di cinque giocatori del Lecce a metà tra la formazione salentina e un’altra compagine del Bel Paese. Parliamo di, in ordine alfabetico, Alain Pierre Baclet, in comproprietà con il Vicenza, Andrea Esposito, in condivisione con il Genoa, Antonio Mazzotta, diviso tra Lecce e Palermo, Alessandro Scialpi, con il Varese ed infine il classe ’94, David Speziale, a metà con il Milan.

Carlo Osti entro la fine del prossimo mese non potrà esimersi dal risolvere queste, più o meno, intricate situazioni di mercato.

Baclet ha giocato due stagioni tra Vicenza e Frosinone, completamente sottotono, e ora cercherà di dare una mano ai veneti nei playout contro l’Empoli per salvare i biancorossi dall’oblio della Lega Pro.

Esposito dopo alcune annate in purgatorio ha ritrovato una maglia da titolare lì dove era esploso nella stagione 2008-09. Potrebbe restare per essere uno dei perni della ricostruzione salentina.

Mazzotta risulta un pezzo molto appetito per la formazione giallorossa. Quest’anno ha collezionato 25 presenze con la maglia del Crotone riuscendo anche, nell’ultimo biennio, a vestire la maglia della Nazionale italiana Under 21.

Per Scialpi il discorso è molto complesso. Il calciatore ha un talento incredibile e a Varese lo vedono come il nuovo Pirlo. Difficilmente tornerà in Salento.

Infine il giovane David Speziale ceduto questo inverno dal Milan al Lecce, nell’affare Mesbah, scenderà, con buone probabilità, nel tacco d’Italia per giocarsi le sue carte nell’attacco giallorosso.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati