IL CORSIVO – Lecce, ossigeno puro

Aria fresca come la Tramontana che sta spazzando in queste ore il Salento. I tre punti ottenuti contro il Chievo restituiscono un minimo di serenità in casa Lecce, dopo delle settimane che, definire “thrilling” sarebbe uno sgarbo a Dario Argento.

Una vittoria più netta di quanto dica il punteggio striminzito, frutto della rinascita di Ignacio Piatti che può rivestire il ruolo di trascinatore della squadra e che, pare, sia uscito da quel periodo di appannamento iniziato dalla trasferta contro la Roma in poi. La doppietta messa a segno contro la squadra di Pioli potrà essere un punto di svolta in ottica girone di ritorno, poiché ha evidenziato quanto importante sia il suo apporto, fino a ieri modesto se commisurato alla cifra sborsata in estate dalla società di Via Templari per assicurarsene il cartellino.

Nota lieta quella di Ofere, al terzo gol – e chi se lo aspettava in agosto? – in campionato, tutti siglati tra gli spalti amici, secondo nel giro di una settimana. Partito come quinta punta, il nigeriano ha scalato lentamente le posizioni, ed ora con Di Michele forma un tandem ben assortito, se si confermerà su questi livelli. Con la speranza che la rabbia accumulata da Chevanton in queste settimane di stop forzato, la si possa vedere, sotto forma di grinta agonistica, sul terreno di gioco a partire dal 6 gennaio prossimo venturo.

Sia chiaro, non si sono risolti i problemi che attanagliano questa squadra, ma un sorriso pieno, che mancava dal 24 ottobre, era assolutamente indispensabile, visti anche i risultati delle altre concorrenti per la salvezza. Si chiuderà l’anno 2010 – comunque, straordinario – all’ombra dell’imbiancato Vesuvio. La squadra di Mazzarri, specie nelle ultime due gare, ha sfoderato quel cinismo che spesso è stato il suo tallone d’Achille. Due gol, sei punti e secondo posto in carrozza con Juventus e Lazio. I giallorossi dovranno abbassare la testa e lottare duro, con la speranza di tornare con qualcosa in mano dalla Campania e brindare a prosecchino con speranza rinnovata. In attesa che la Befana di riparazione non tardi ad arrivare.

Marco MONTAGNA
Giornalista pubblicista dal 2012, fondatore e direttore responsabile di SalentoSport, collaboratore di Tuttomercatoweb dal 2009, corrispondente per Piazzasalento dai Comuni di Melissano, Racale e Alliste dal 2011 al 2017, collaboratore per la redazione sportiva del Nuovo Quotidiano di Puglia dal 2015.

Articoli Correlati

  • lecce-2012-2019 IL CORSIVO – Lecce, un risveglio da circoletto rosso dopo sette anni di Via Crucis

    Duemilacinquecentocinquantaquattro giorni (2.554/00). Oppure 365 settimane. Oppure 84 mesi. Oppure, semplicemente, sette anni. Sono quelli trascorsi dall’amara notte di Verona – in cui il Lecce di Cosmi diede l’anima ma non riuscì a strappare la permanenza in massima serie – sino al pomeriggio di ieri, quando, in massima serie, i giallorossi ci sono tornati con tutti…

  • LECCE – Va via l’anno perfetto: cento di questi 2018!

    Si apre con un pareggio per 1-1, si chiude con un pareggio per 1-1. Ma, con una sostanziale differenza: quella di categoria. Il 2018 del Lecce è stato, a dir poco, perfetto. Dal pari interno col Catania, 21 gennaio, al pari di ieri sera contro lo Spezia, i giallorossi hanno infilato (coppe escluse) ben 59…

  • otto IL CORSIVO – Otto anni al servizio dei nostri lettori: auguri SalentoSport!

    Siamo arrivati a soffiare sull’ottava candelina della nostra storia. Otto anni fa come oggi, in quella tarda mattinata di quel lunedì 23 agosto 2010, proprio alle 12.30 come ora, tra mille difficoltà, mille incognite e tanta voglia di partire ufficialmente, veniva pubblicato il primo articolo sul nostro giornale on line. Il resoconto dell’amichevole tra Lecce…

  • auguri-anno-nuovo-2018-salentosport-rcomposto BUON 2018!

    Per una volta facciamo anche noi i banali, citando uno dei pezzi più famosi di Lucio Dalla, “L’anno che verrà”. Caro amico lettore, ti scriviamo alla fine di un anno faticoso, il settimo dalla nostra fondazione. Un anno, quello che a breve andrà via, che ci ha regalato tante soddisfazioni sul piano della crescita, della…

  • lega-pro-playoff-sorteggi IL CORSIVO – Playoff Lega Pro, un regolamento discutibile e tutto da rivedere

    Tre squadre del girone B e una del girone A. Assenza, pesante, di qualsiasi rappresentante del girone C, quello – a detta di tutti gli osservatori – più duro e difficile da giocarsi. Questo è il dato che emerge dal quadro designato per le semifinali playoff Lega Pro. Una sola ne uscirà vincitrice al termine di…