Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VIRTUS MATINO-NARDÒ – La vigilia del derby dell’Heffort con le parole dei tecnici Branà e De Candia

Sarà un derby particolare quello di domani per l’allenatore del Matino, Giuseppe Branà, da anni ormai neretino adottivo. Ma non solo: anche per il ds biancazzurro Gianni Inguscio, neretino doc, e per il dg della Virtus, Massimo Alemanno, entrambi nei quadri del club granata qualche anno fa. Domani, il Matino, sul neutro a porte chiuse di Parabita, affronterà il Nardò, che, con Pasquale De Candia in sella, ha dimostrato di aver cominciato a cambiare rotta. Le parole dei due tecnici alla vigilia.

BRANA’“Sicuramente l’emozione c’è, in quanto il Nardò è la mia città adottiva da più di 20 anni e che ormai sento mia al centoper cento. Ho anche indossato questa maglia nel 2003 in serie D. Tutto questo sicuramente non mi lascia indifferente ma una volta entrati in campo l’emozione bisogna metterla da parte e fare un buon gioco. Rimane il rammarico delle porte chiuse sarebbe stato sicuramente un altro scenario”. Sulla gara: “La squadra ha bisogno necessariamente di fare risultato anche per essere ripagati del buon gioco messo in campo in ogni gara, come sempre ribadisco il fatto che dobbiamo essere più precisi e metterci un po’ più di cattiveria sotto porta. Affrontiamo una squadra che viene da tre risultati consecutivi positivi e proprio per questo bisogna rimanere concentrati e lucidi”.

DE CANDIA“Il Matino ha sempre fatto prestazioni di buon livello, a prescindere dal fatto che giochi in casa o meno. Hanno elementi con grossa cifra agonistica e con ottime qualità. Nelle ultime prestazioni non hanno raccolto risultati positivi, forse perché mancava loro qualche elemento, ma le prestazioni ci sono sempre state. Giocano sempre a viso aperto, col Bisceglie meritavano un risultato positivo, col Molfetta hanno fatto una buona gara, sul campo hanno fatto più che bene. Sarà una gara in cui ognuno cercherà di prevalere sull’altro. Loro sono reduci da una serie di promozioni più che meritate, hanno un gruppo consolidato con un allenatore che li conosce bene, noi pensiamo a fare la nostra partita, cercando di far valere le nostre qualità e provando a fare risultato”.

(foto Coribello/SS)