Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VIRTUS MATINO – Branà: “Ci sarà più responsabilità e a me piace così, ci divertiremo”. Le ultime sui biancazzurri

Ottimi spunti per mister Giuseppe Branà dall’amichevole giocata sabato pomeriggio, all’Heffort di Parabita, tra la sua Virtus Matino, neopromossa in Serie D, e la Primavera del Lecce, neopromossa nel massimo campionato di categoria. È finita 1-1 la sfida che ha visto prevalere il Matino nella prima frazione, chiusa in vantaggio grazie al gol di Franco Ruibal. Nella ripresa, poi, con le formazioni profondamente rivoluzionate dai cambi decisi dai rispettivi tecnici, i baby giallorossi hanno trovato il punto del pari grazie ad un gol di Gianmarco Mancarella.

Il test con i ragazzi diretti da mister Vito Grieco, per il Matino, è stato l’apice di due settimane d’intenso lavoro quotidiano, coordinato dal preparatore atletico (e vice allenatore) Simone Carrozzo. C’è ancora qualche settimana di tempo prima di esordire ufficialmente nella stagione 2021-22, il cui primo atto sarà il match di Coppa Italia di Serie D del 12 settembre. Il campionato, poi, prenderà il via la domenica successiva, il 19.

Nei prossimi giorni, la Lnd ufficializzerà gli accoppiamenti per la Coppa Italia e i calendari del campionato. È soddisfatto e carico mister Branà, per quanto ha visto sinora: “Il radunospiegaprocede abbastanza bene. Ci siamo allenati tutti i giorni, dal 9 agosto, e una delle cose positive è che, quest’anno, ci sono diversi calciatori che erano in rosa nella scorsa stagione. Per me, quindi, è più semplice, conoscendo già il valore dei ragazzi. Il ds Gianni Inguscioaggiunge Branà sta facendo un ottimo lavoro. Siamo ben coperti in tutti i ruoli, anche se manca ancora qualche tassello, ma stiamo lavorando per definire il tutto”.

C’è entusiasmo nell’ambiente e tanta attesa per l’esordio, anche se Branà tira il freno: “Non sono molto bravo a esternare i miei sentimenti quando succede qualcosa di bello – afferma il tecnico del Matino -, resto abbastanza sereno e tranquillo. Quest’anno ci sarà più responsabilità e a me piace così. Sono comunque convinto che possiamo salvarci e divertirci”.

Gli ultimi innesti nella rosa biancazzurra sono i giovanissimi esterni d’attacco, dalla Primavera del Lecce, Francesco Ancora (di Taurisano) e Alessandro Inguscio (di Galatone), con esperienze, rispettivamente, nelle giovanili della Fiorentina e nelle giovanili dell’Empoli (Inguscio ha vinto lo scudetto Under 16 nel 2018/19 con Antonino Buscè allenatore).

Dovrebbero far parte della rosa anche Giuseppe Convertini, portiere 2000 ex Ostuni; Francesco Elia, attaccante 2004, dalle giovanili del Lecce; Alberto Calò, centrocampista ex Racale e Otranto; Pasquale Monopoli, terzino destro e sinistro, classe 1998, ex Sava.

(foto: G. Branà, archivio Coribello-SalentoSport)