Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TARANTO – Cerignola battuto quattro a due. Ora a Lavello per la C

Il Taranto ottiene tre punti pesantissimi dopo un match pazzo con il Cerignola. Gli ionici vanno sul tre a zero dopo appena quindici minuti con le reti di Marsili, Nicolas Rizzo e Diaby. Gli ofantini rientrano in partita con Malcore e Loiodice. I rossoblù chiudono la contesa con ancora una marcatura di Rizzo, che arriva su rigore. Ora gli ionici dovranno vincere a Lavello per andare in Lega Pro.

LA CRONACA: Il Taranto parte benissimo e dopo un minuto è già in vantaggio: Marsili con un siluro di destro dai trenta metri manda la sfera sotto l’incrocio. Galvanizzati dalla rete, gli ionici trovano la marcatura del raddoppio all’11’: Santarpia crossa, Nicolas Rizzo deposita in fondo al sacco di testa. Gli uomini di Laterza sono una furia e al 15’ calano il tris: Santarpia serve Diaby che di piattone batte Fares con un preciso diagonale. Al 20’ però gli ospiti trovano la rete che accorcia le distanze: Malcore sfrutta un errato disimpegno della retroguardia tarantina e con un preciso destro in diagonale batte Ciezkowski. I padroni di casa provano a gestire il vantaggio senza rischiare nulla. Al 46’ il tiro cross di Versienti viene bloccato dal portiere. Il Taranto continua a spingere e al 47’ va vicino alla quarta marcatura: Santarpia penetra in area ma colpisce male e la sfera termina alta. La prima frazione di gioco termina dopo tre minuti di recupero con gli ionici avanti sul tre a uno.

L’inizio della ripresa è ancora più shock di quello della prima frazione. Al 1’ Loiodice con una zampata porta il Cerignola sul 3-2. All’8’ il Taranto chiude definitivamente la partita: Corado sugli sviluppi di un angolo viene atterrato in area, l’arbitro decreta la massima punizione. Nicolas Rizzo si incarica della battuta e segna. Il Taranto gestisce bene il doppio vantaggio. Al 36’ c’è un tiro di Achik, respinto dall’estremo difensore. Al 43’ la punizione di Marsili viene deviata angolo. L’ultima emozione del match arriva al 48’, con un colpo di testa di Malcore, la sfera termina alta. La contesa termina dopo cinque minuti di recupero. Gli ionici vincono quattro a due ed ora per la serie C basta una vittoria a Lavello.

IL TABELLINO

Taranto, Stadio “Erasmo Iacovone”
domenica 6 giugno 2021 – ore 16
Serie D/H 2020/21 – giornata 33

TARANTO – CERIGNOLA 4-2
RETI: 1’ pt Marsili (T), 11’ pt e 9’ st rig. Rizzo N. (T), 15’ pt Diaby (T), 20’ pt Malcore (C), 1’ st Loiodice (C)

TARANTO (4-3-3): Ciezkowski – Boccia (45’ st Shehu), Silvestri, Rizzo G., Versienti – Marsili, Tissone, Diaby (23’ st Mastromonaco)- Rizzo N. (17’ st Guaita), Corado (40’ st Diaz), Santarpia. A disp,: Sposito, Gonzalez, Marrazzo, Corvino, Alfageme. All. Giuseppe Laterza.

CERIGNOLA (4-2-3-1): Fares – Silletti (26’ pt Ciafardini) Manzo, Acampora, Russo – De Cristoforo (17’ st Verde), Esposito – Achik, Loiodice, Muscatiello (38’ pt Spinelli) – Malcore. A disp.: Guarnieri, Allegrini,Barrasso, Amabile, Lioce, Spinello, Nardella. All. Michele Pazienza.

Arbitro: Riccardo Fichera di Milano (Giudice-Vitale)

Note: Ammoniti: Versienti (T), Esposito (C), Boccia (T), Achik (C, Rizzo G. (T), Marsili (T)

(foto: archivio Capriglione)

QUI RISULTATI E CLASSIFICA