Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TARANTO – Zelatore: “I tifosi passino dalle parole ai fatti”, Papagni si presenta e parla di mercato

È partita ufficialmente la stagione 2016/2017 anche in casa Taranto con la conferenza stampa di presentazione del tecnico Aldo Papagni, del responsabile dell’area tecnica Franco Dellisanti e di Fabio Prosperi, allenatore juniores e secondo di Papagni. La presidentessa Elisabetta Zelatore ha rilasciato dichiarazioni importanti sulla campagna abbonamenti ‘Profondo amore’: “Taranto è una città che dice di avere voglia di una squadra ad altissimi livelli. Poi andiamo a vedere che ad oggi sono stati sottoscritti circa duecento abbonamenti. Se la città pretende una grande squadra, ed il ripescaggio in Lega Pro, abbiamo bisogno che si passi dalle parole ai fatti; vorrei sapere se sono solo quelle duecento persone a volere un grande Taranto. Ci aspettiamo un segnale forte prima che chiuda la campagna abbonamenti, il prossimo 22 luglio. In quella data capiremo quanto realmente i tarantini amano il Taranto anche se i nostri programmi non cambieranno. La strada che abbiamo intrapreso sarà percorsa fino in fondo per noi e per coloro che ci daranno fiducia”.

Il Papagni-ter inizia con i ringraziamenti di rito alla società e a Dellisanti che ha subito proposto il tecnico di Bisceglie come allenatore del Taranto: “Ringrazio la presidente e Franco Dellisanti. Se una persona come lui, un tecnico che ha fatto calcio per tanti anni, ha pensato immediatamente al sottoscritto è una cosa che mi responsabilizza molto e mi dà grande forza”. Al suo fianco Papagni troverà Prosperi, passato dal campo alla panchina: “Siamo arrivati insieme nel gennaio 2006 in una situazione di forte contestazione. Ritrovarci dopo dieci anni ancora qui significa che abbiamo fatto della strada, un percorso di crescita soprattutto umano. Questo è un periodo caratterizzato dalla campagna acquisti ma, posso dire in tutta onestà, che l’acquisto migliore sarà l’unità di intenti insieme all’entusiasmo, valori importanti tanto quelli puramente materiali”.

Capitolo mercato: “In questi giorni, tra i giocatori che abbiamo contattato, un paio ci hanno dato la loro disponibilità solo se il Taranto parteciperà alla Lega Pro. Questi giocatori li scartiamo perché chi sceglie di giocare a Taranto lo deve fare al di là della categoria. Genchi? Non l’abbiamo scartato perché non si scarta un attaccante che segna quarantotto gol in due campionati. Gli abbiamo proposto un rinnovo del contratto, con premi a vincere, ma ha legittimamente preferito giocare in Lega Pro”.