TARANTO vs NARDÒ – Le pagelle granata: ci vorrebbero undici Mirarco in campo, difesa ballerina

TARANTO vs NARDÒ – Le pagelle granata

Mirarco: L’unica nota positiva della gara neretina. Qualche dubbio sul primo gol, ma nulla può sugli altri tre gol. Evita un passivo più pesante in almeno tre occasioni. 6,5

Montenegro: Una partita anonima la sua. Non si sgancia quasi mai in avanti e in fase difensiva appare fuori posizione. 5
Pasca:
A sinistra fa meglio del suo collega di destra ma di fronte ha uno scatenato Mignogna. Buon equilibrio tra fase difensiva e offensiva. 6

Taurino: Da lui ci si aspetta maggior determinazione e sicurezza. La difesa balla e lui non fa niente per evitarlo. 4,5
Dal 25′ st Rizzo: sv

Antico: Come i colleghi di reparto, soffre parecchio. Nel primo tempo sigla l’autorete ma sfiora il gol su colpo di testa. Nel secondo tempo è preda degli indemoniati attaccanti tarantini. 4,5

Vetrugno: Il capitano è beccato dal pubblico per tutta la gara e ne risente. Non fa la differenza e non aiuta i compagni. 4.5
Dal 47′ st Lomasto: sv

Difino: In mezzo al campo è uno dei più propositivi. Ha la palla buona per il pareggio allo scadere del primo tempo. 6

Giordano: Mister Sgobba lo toglie solo nel secondo tempo, ma doveva uscire prima. 4 Dal 18′ st De Luca: Leggermente meglio del compagno. 5

Rescio: Molto movimento ma poco supporto dalla squadra. Contro Prosperi e senza aiuto sarebbe dura per tutti. 5,5

Marzocchi: Stesso discorso di Rescio. Molto movimento ma pochi contrasti vinti. La vede poche volte. 5,5

Corvino: Autore del momentaneo 2-1, è il più attivo dei suoi dando profondità al gioco (insieme a Rescio). Dalle fasce arrivano pochi palloni ma lui sfrutta al meglio la sua occasione. 6

Sgobba: Partita poco convincente dei suoi. Il Taranto era più motivato, sotto ogni punto di vista, ma la classifica ora deve motivare i suoi ragazzi. Se gioca così nelle ultime tre partite5

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati