Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

TARANTO – Un sussulto di Gabrielloni condanna il Gelbison e salva gli jonici e Favo

Da salvare, nel soleggiato pomeriggio dello “Iacovone“, ci sono i tre punti e poco altro. Al cospetto di una pur organizzata Gelbison, l’undici rossoblu sfodera l’ennesima prova scialba, agguantando un successo vitale solo grazie al quinto sigillo stagionale di Gabrielloni, lesto sugli sviluppi di un corner ad anticipare la retroguardia cilentana, depositando in rete di testa. Favo, reduce dalla conferenza show del pre gara stravolge l’undici titolare spedendo subito in campo l’ultimo arrivato Borra e confinando in panca Mirarco e Colantoni oltre che Prosperi e Tarallo. Tutto confermato sulla mediana dove Marsili e Vaccaro si dividono i compiti mentre in avanti si rivede proprio Gabrielloni, al fianco di Giglio e Genchi.

PRIMO TEMPO – La contesa non decolla e l’avvio non regala emozione alcuna, eccezion fatta per un debole tentativo di testa di Manzillo, terminato sul fondo. Il Taranto fatica e complice l’inferiorità numerica palesata sin da subito nella zona nevralgica del campo, presta il fianco agli attacchi ospiti che al 17′ vanno ad un passo dal vantaggio con Tulimeri abile a sfruttare un fortunoso rimpallo sparando a botta sicura dal vertice dell’area piccola e mandando clamorosamente fuori la sfera. Al 24′ si vede la compagine di casa con Gabrielloni che di testa corregge in rete un cross di D’Avanzo. Il direttore di gara però annulla per fallo su Spicuzza. La parte finale della prima frazione sorride in maniera comunque molto timida al Taranto che pur non prendendo mai per mano la partita prova ad alzare il proprio baricentro e addirittura mette i brividi all’estremo difensore campano con Vaccaro che dalla distanza sfiora la traversa.

SECONDO TEMPO – La ripresa regala subito il vantaggio agli jonici che al 9′ sugli sviluppi di angolo passano grazie ad un colpo di testa di Gabrielloni, impeccabile da due passi nel trafiggere l’incolpevole Spicuzza. Un minuto dopo il quarto d’ora ancora padroni di casa pericolosi: eccezionale la cavalcata di D’Avanzo che dalla trequarti innesca Gabrielloni, il cui tentativo s’infrange sul portiere di Logarzo. Il monologo rossoblu prosegue spedito nella ripresa e alla mezz’ora tocca a Pambianchi cercare gloria dai venticinque metri, plastica la presa di Spicuzza. L’ultimo brivido è ancora targato Taranto e arriva dai piedi di Giglio che raccoglie un tirocross di Gaeta ma manda fuori da meno di un metro.

***

TARANTO-GELBISON 1-0
Rete:
9′st.Gabrielloni

TARANTO – Borra, Cicerelli, Porcino, Marsili, Pambianchi, Ibojo, Gabrielloni, Vaccaro, Genchi (44′st.Gaeta), D’Avanzo (21′st.Oretti), Giglio. All.: Favo (A disp.: Mirarco, Prosperi, Colantoni, Mazza, Russo, Mignogna, Tarallo).
GELBISON – Spicuzza, Gala, Consiglio (25′st.Maiese), Manzillo, Pastore, Criscuolo, Bovi (20′st.Sica), Tricarico, Varriale, Tulimieri (20′st.Iorio), Marmoro. All.: Logarzo (A disp.: Peschechera, Marchesano, Di Filippo, Monzo, Grimaudo, Rocco)
ARBITRO – Ramy Ibrahim Kamal Jouness di Torino (Giulio Basile di Chieti, Andrea Micaroni di Pescara)
AMMONITI – D’Avanzo (T), Pastore, Criscuolo, Varriale, Manzillo (G). ANGOLI – 3-2. RECUPERO – 0′pt., 5′st.