TARANTO – La “frittata” di Borra affonda il Taranto. Con la Cavese si spegne il sogno primo posto

Terza sconfitta stagionale per il Taranto che nel pantano del “Simonetta Lamberti” cade sotto i colpi di una Cavese oltremodo cinica, abile nello sfruttare l’unica concreta occasione creata nell’arco dei novanta minuti. Fondamentale per ben raffigurare lo sviluppo della contesa, sottolineare le pessime condizioni del terreno di gioco reso di fatto impraticabile dalla fitta pioggia caduta per tutta la giornata. Favo conferma buona parte dell’undici che sette giorni addietro ha steso la Gelbison riproponendo Borra tra i pali e lanciando Oretti dal primo minuto. In avanti solito tridente composto da Genchi, Giglio e Gabrielloni.

PRIMO TEMPO – Servono venti minuti d’attesa e ben due sopralluoghi prima che il signor Zingarelli di Siena sentenzi che le condizioni consentono il regolare svolgimento della partita. Il rettangolo di gioco però, ridotto ad una risaia dalle battenti piogge si dimostra sin da subito inadatto. A confermare la tesi ci pensa Borra che al 7′ esce ma si lascia sfuggire il pallone che carambola sui piedi di Manzo, il cui tentativo termina fuori. Al 19′ si vede il Taranto: cross dalla destra, stacco di Giglio che però trova sulla propria strada l’attento Napoli. Un minuto dopo il 20′ i padroni di casa passano. Lungo lancio dalle retrovie, Borra esce basso ma perde goffamente pallone ed equilibrio spalancando la propria porta ad Ausiello che firma il tap in che vale il vantaggio. Il colpo scuote gli jonici che fino al termine della prima frazione provano ad imbastire trame degne di nota, senza tuttavia impensierire seriamente il numero uno di casa.

SECONDO TEMPO – Il riposo rinvigorisce l’undici di Agovino che non pago del vantaggio parte forte, e già al nono tocca a De Rosa saggiare i riflessi di Borra, bravo a bloccare. Al 21′ ci prova Vaccaro dalla distanza, il suo tentativo però viene facilmente neutralizzato da Napoli. La parte centrale della ripresa viene condita dalla consueta girandola di sostituzioni interrotta solo da un lampo di Genchi che su calcio franco, al 23′ sfiora il montante alla destra del portiere. Il Taranto cresce non riuscendo però mai ad esprimere in maniera fluida la propria manovra. Il forcing finale, pur incessante non cambia il risultato con i rossoblu che sfiorano il pari con Genchi a due passi dalla sirena.

***

CAVESE-TARANTO 1-0
Rete
: 20′pt Ausiello

CAVESE – Napoli, La Mura, Della Corte, Ausiello, Varchetta, Manzo, Palumbo (35′st Picascia), Platone, Marzullo (44′st.De Stefano), De Rosa, Lucchese. All.: Agovino (A disp.: Schina, Campanella, Di Grezia, Pugliese, Petti, Allegretta, Suriano).
TARANTO – Borra, Cicerelli, Porcino, Marsili, Pambianchi, Marino (44′st.Prosperi), Gabrielloni, Vaccaro, Genchi (42′st.Gaeta), Oretti (25′st.D’Avanzo), Giglio. All.: Favo (A disp.: Pizzaleo, Colantoni, Mazza, Russo, Mignogna, Tarallo).
ARBITRO – Andrea Zingarelli di Siena (Maicol Lupi di Empoli, Sante Selicato di Siena).
AMMONITI – Marsili, Gabrielloni (T), Varchetta, Lucchese, Picascia (C). ESPULSI – Al 28′st.Belotti (C, allenatore in seconda). ANGOLI – 5-2. RECUPERO – 0′pt., 7′st. NOTE – Gara iniziata con 18 minuti di ritardo a causa delle avverse condizioni meteorologiche. Trasferta vietata ai residenti nella provincia dei Taranto.

Articoli Correlati