TARANTO – Frenata nella cessione del club, Castria: “Disposti a trattare con Campitiello, a patto che…”

taranto 2012-17 logo vecchio

C’è stato un rallentamento nella trattativa di cessione del Taranto da Domenico Campitiello alla cordata pugliese di cui Domenico Castria è uno dei riferimenti. Sembra che il presidente uscente del sodalizio rossoblù abbia ricevuto altre proposte d’acquisto, ipotesi che non condiziona minimamente l’imprenditore di Ginosa. “Sinceramente, penso solo ai passi che deve compiere il nostro progetto – ha dichiarato Castria ai colleghi di Blunote.it. Se è vero che ci sono altri imprenditori interessati, spero solo che Campitiello non ci stia usando per far salire il prezzo. Quando ci siamo incontrati, però, mi ha dato l’impressione di essere una persona seria e voglio continuare a fidarmi”.

Castria spiega, poi, le motivazioni della frenata nelle trattative: “Un imprenditore che si rispetti non compra mai a scatola chiusa. Campitiello pretende 150/200 mila euro a scatola chiusa, garantendoci che il club non ha debiti. Per quanto possa fidarmi, non compro al buio; non vogliamo che ceda le sue quote gratis, ma vogliamo pagarle il giusto. Anche perché il fondo perduto per il ripescaggio è una cifra non indifferente. E voglio rimarcare che siamo venuti allo scoperto quando ancora la Figc non aveva comunicato i criteri. Siamo disposti a trattare, ma a patto che ci facciano prendere visione dei libri contabili”.

“Il nostro gruppo vuole il Taranto – chiosa l’imprenditore tarantinoe intende portarlo in Lega Pro: chiediamo solo che ci venga data questa possibilità”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

Lascia un commento