TARANTO – Cazzarò loda il gruppo: “Merito della squadra”. Siclari: “Vittoria figlia del sacrificio”

Foto: M. Cazzarò (@F. Capriglione per Salento Sport)

Il Taranto torna da San Severo con la vittoria e sfata due tabù in un colpo solo: il San Severo, appunto, autentica bestia nera dei rossoblù e la vittoria in trasferta, che torna dopo cinque mesi. Il tecnico ionico, Michele Cazzarò, è contento per i tre punti e per la prestazione: “Su questo campo (sintetico, ndr) non era semplice giocare. I ragazzi hanno il merito di essere stati in grado di sfoderare questo tipo di partita. Il Taranto è una squadra che deve sempre lottare e solo alla fine deve vedere il risultato“. Non è mancato il momento di scarsa lucidità del Taranto che, per una ventina di minuti, ha mollato salvo poi riprendersi la partita condotta per larghi tratti: “Forse dovevamo essere più offensivi ma il gol del San Severo è stato un gran bel gol, difficile da prendere per De Lucia“. Siclari e Gaetano ancora una volta si sono trovati a loro agio: “Felice (Gaetano, ndr) è un calciatore molto duttile che ci consente di giocare tra le linee. Siclari tatticamente è molto importante“.

La parola passa proprio all’attaccante siciliano, andato in rete per la seconda volta da quando indossa la maglia del Taranto, ma che ha fornito un’ottima prestazione in generale: “Volevamo sbloccarci in trasferta” – confessa Siclari “, era molto importante. Oggi (domenica, ndr) tutti ci siamo sacrificati e la vittoria è arrivata. Ho segnato dopo tanto tempo e non mi voglio fermare più. Pochi gol? Si, ma le prestazioni ci sono. Da quì alla fine conta solo questo”. Il gol del San Severo ha evidenziato il momento opaco nella partita del Taranto: “La loro espulsione ha coinciso con alcuni minuti in cui siamo andati in difficoltà. Ci servirà da lezione perchè l’aspetto mentale conta quanto quello fisico“.

Debutta in sala stampa anche Salvatore Marseglia, terzino sinistro in prestito dal Latina, che è raggiante per la sua prestazione e per la vittoria della squadra: “Abbiamo giocato bene contro un buon San Severo. Fondamentale trovare il doppio vantaggio nel primo tempo. Nel secondo, dopo il terzo gol, ci siamo abbassati troppo e abbiamo subito il 3-1. Adesso continuiamo coasì, pensando partita dopo partita“.

Umberto NARDELLA
Nato nel 1976, sposato, lavora nel team IT di una multinazionale americana. Scrive per SalentoSport da diversi anni ed è uno sportivo, nel senso che gli piace vedere gente che fa sport. Innamorato da sempre del calcio, sin da piccolo è stato affascinato dai campi polverosi di paesini sconosciuti. Ogni domenica è buona per andare a vedere una partita di calcio, rigorosamente dilettante.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati

Lascia un commento