Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Toro svogliato, solo pari col Pomigliano nel deserto del ‘Giovanni Paolo II’

È un Toro stanco, svogliato e spento e si vede lontano un miglio. Il pareggio col Pomigliano nel deserto del “Giovanni Paolo II” chiude un doppio turno interno che lascia un pò di amaro in bocca per quello che poteva essere e non è stato. Termina 1 a 1 con La Cava che nella ripresa all’iniziale vantaggio neretino firmato da Rizzi.

Mister Renna deve fare i conti con le assenze di Vetrugno e Corvino, squalificati, e Taurino, infortunato. Schiera un’inedita difesa a tre composta da Febbraro, Antico e Montenegro. Difino viene spostato sull’esterno, dall’altra parte c’è Pasca. In mediana rientra da titolare Marzocchi al fianco di Giordano. In prima linea Rizzi e Rescio appoggiano Di Piedi. Il Pomigliano di mister Seno, il terzo allenatore per i granata campani in questa stagione, si affida alla qualità di Panico e all’esperienza di bomber Lacava per creare pericoli alla porta di Mirarco.

È il Pomigliano a fare la partita, mantenendo costantemente il possesso palla mentre il Toro appena può cerca di ripartire, riuscendo subito a fare male. All’8′ Panico riesce a crossare dalla destra ed è provvidenziale capitan Antico a sventare il pericolo sulla linea anticipando Lacava. Alla prima azione d’attacco il Toro sblocca il risultato. E’ il 10′ quando Rescio serve sulla fascia Difino, il quale supera un avversario e crossa in mezzo per la testa di Rizzi che insacca. Primo gol stagionale per l’attaccante granata ex Brindisi. Il Pomigliano fa la partita ma raramente si rende pericoloso dalle parti di Mirarco. Al 24′ Panico cerca di sfruttare il forte vento provando a sorprendere Mirarco direttamente dalla bandierina, ma il portiere neretino è attento. Al 32′ Di Costanzo non trattiene un calcio di punizione di Rizzi, in mischia Di Piedi non riesce ad approfittarne. Al 35′ Di Piedi impegna severamente il portiere ospite con un colpo di testa. Un minuto più tardi, si fanno vedere gli ospiti con una punizione dal limite di Vitagliano con la palla che sfiora la traversa. Il Pomigliano è pericoloso solo con i calci da fermo ed infatti al 42′ Schioppa impegna Mirarco sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Vitagliano.

Nella ripresa gli ospiti si fanno più insistenti, continuano a dominare le statistiche del possesso palla ma al tempo stesso non riescono a crearsi ghiotte occasioni. Il Toro però soffre e la difesa, impenetrabile nella prima frazione, si indebolisce notevolmente dopo l’uscita di capitan Antico per infortunio. A dimostrazione di ciò arriva subito il gol del pareggio. Al 58′, sugli sviluppi di un corner, Lacava insacca di testa ma l’arbitro annulla per fuorigioco. La scena si ripete un minuto più tardi ma questa volta la rete è valida. Il Pomigliano prende coraggio e prova a vincerla. Il Toro si difende e appena può cerca di pungere. Al 63′ Febbraro trova Di Piedi in area ma il suo colpo di testa si spegne a lato di un soffio. Al 67′ è Pasca a provarci da lontano ma Di Costanzo blocca. Al 71′ gli ospiti hanno l’occasione per passare in vantaggio ma la sprecano clamorosamente. Dopo uno scambio con Lacava è Panico a presentarsi tutto solo davanti a Mirarco e a spedire la palla a lato. Al 75′ ci prova De Rosa dal limite con la palla che sfiora l’incrocio.

Nel finale la partita si riscalda e ne fanno le spese Lagatta e Vacca nel Pomigliano e mister Renna nel Nardò che abbandonano anzitempo il terreno di gioco. Il Toro prova allora a sfruttare la superiorità numerica. All’88’, sugli sviluppi di un corner di Lanotte, c’è la deviazione di Rescio ma Di Costanzo si supera e devia in angolo.

Quarto risultato utile consecutivo per il Toro ma è comunque un Toro diverso rispetto a quello ammirato prima della sosta, spento e svogliato. Bisogna fare quadrato e ricominciare a camminare nel verso giusto perchè la salvezza è sì vicina ma non ancora raggiunta. Domenica trasferta estremamente difficile sul campo di un Monopoli alla ricerca di punti per migliorare la propria classifica in vista dei play-off.

***

Nardò, Stadio “Giovanni Paolo II”
Domenica 24/02/2013, ore 14.30
Serie D girone H 2012/13 – 24ª giornata

NARDÒ-POMIGLIANO 1-1
RETI: Rizzi (N, 11′), La Cava (P, 61′)

NARDÒ (4-3-3): Mirarco; Montenegro,Febbraro, Antico (Lomasto dal 58′), Pasca; Difino, Marzocchi (76′ Lanotte), Giordano; Rizzi (71′ Bagnoli), Di Piedi, Rescio. A disp.: Piccolo, De Luca, Saracino, Abrescia. All.: Renna.
POMIGLIANO (4-3-3): Di Costanzo, Moscarino, Loreto, Schioppa, Follera, Micalizzi (Romano dal 50′), Vitagliano, De Rosa, La Cava, Panico, La Gatta. A disp.: Formisano, Volpicelli, Piccirillo, De Falco, Colurcio, Vacca. All.: Seno

ARBITRO: Sig. Riccardo Fabbro di Roma 2, coadiuvato dai Sigg.ri Antonio Turiano e Fabio Palumbo, entrambi di Reggio Calabria.
NOTE: si gioca a porte chiuse. Giornata nuvolosa con forte vento. Ammoniti: Rizzi (N), La Gatta (P), Montenegro (N), Pasca (N), Moscarino (P). Espulsi: 84′ Lagatta (P) per doppia ammonizione, 88′ Renna (all. Nardò) e Vacca (P) dalla panchina. Recupero: 1′ pt. Angoli: 12-3.