NARDÒ – Toro opaco, Pomigliano pimpante: al “Gobbato” tutto facile per i granata campani

Il Toro manca l'appuntamento con la continuità di risultati: dopo il successo con la Sarnese, gli uomini di Taurino crollano a Pomigliano d'Arco

pomigliano-nardo-gobbato

Foto: un momento del match

Un passo indietro per il Nardò. Il Pomigliano vince con merito al “Gobbato” per 2-0, grazie alle reti di Vitiello e D’Angelo, maturate entrambe nella prima frazione, piuttosto opaca per gli ospiti. Il Toro ha reagito nella ripresa ma senza trovare l’episodio giusto per riaprire le sorti della contesa.

Squalificato Alessio Palmisano, Taurino lancia nel suo 3-5-2 Cicerello fra i titolari nel ruolo di esterno destro, Capristo sulla linea dei centrocampisti, Gaetano Palmisano affianca Balistreri in prima linea; D’Angelo, Vitiello e Marzullo sono invece le tre frecce offensive dell’undici di casa guidato da Nappi.

I granata campani si rendono pericolosi al minuto 8: inserimento e conclusione di Labriola, Mirarco respinge coi piedi. Supremazia territoriale dei padroni di casa, scarsa aggressività del Toro e così, al 22′, matura il vantaggio del Pomigliano: affondo e cross di Avella, primo intervento di Mirarco su Marzullo, poi una serie di rimpalli e la zampata vincente di Vitiello per l’1-0. Prestazione incolore per gli ospiti, zero occasioni da gol (se non una punizione imprecisa di Caporale) e in generale un livello di intensità assai minore rispetto alle recenti uscite. Nel finale del primo tempo Taurino “boccia” Gaetano Palmisano e inserisce De Vita. Mirarco è costretto a metterci una pezza sul tentativo di Vitiello, poi al 43′ da un errore in fase di impostazione di De Pascalis nasce il raddoppio del Pomigliano, ad opera di D’Angelo che spinge in rete facilmente ad un metro dalla porta. Si chiude così un primo tempo disastroso per il Nardò; il Pomigliano lotta invece su ogni pallone, un doppio vantaggio meritato.

Nella ripresa il Toro denota un piglio diverso. Prinari sfiora l’incrocio con un apprezzabile tentativo. Taurino si gioca altri due cambi: Versienti (al rientro dalla squalifica) rileva Cassano, De Pascalis arretra sulla linea dei difensori e, per ottemperare alle regole under, Cavana si piazza tra i pali in luogo di Mirarco. Al 63′ Alcolino neutralizza la conclusione di Capristo. Poi è il Pomigliano a rendersi pericoloso con una veloce ripartenza: il tocco di punta di Marzullo termina a lato. Al 73′ è impreciso il mancino dalla distanza di Caporale. Taurino si gioca anche la carta Cavaliere (per Capristo), è Cavana al 76′ ad esibirsi nel suo primo intervento granata, negando la gioia del gol a Di Roberto. Nel finale il Toro è anche sfortunato: la punizione di Bertacchi è ben indirizzata, Alcolino si salva con l’ausilio del palo. Nel terzo dei 6′ di recupero, sugli sviluppi di un corner, Balistreri manca la zampata vincente per un’inezia. Nemmeno un singolo episodio sorride ai granata salentini.

Brutta prestazione per i granata di Taurino (specie nel primo tempo) e zero punti raccolti nella trasferta di Pomigliano d’Arco. La continuità di risultati non arriva e domenica prossima è lecito attendersi una reazione nel turno interno (difficilmente si giocherà al “Giovanni Paolo II”, il cui manto erboso è oggetto di lavori) col Picerno, reduce dal successo nel derby di Francavilla in Sinni.


Pomigliano d’Arco, stadio “Ugo Gobbato”
domenica 24.09.2017 ore 15.00
Serie D, girone H – 4ª giornata

POMIGLIANO-NARDÒ 2-0
RETI: 22′ Vitiello, 43′ D’Angelo

POMIGLIANO: Alcolino, Avella, Marotta, Guidelli, Djibo, Mannone, Labriola (61′ Thioune), Alfano, D’Angelo, Marzullo, Vitiello (58′ Di Roberto, 80′ Di Finizio). A disposizione: De Felice, Konate, Mariani, Di Siervi, Savarise, Elefante. Allenatore: M. Nappi.

NARDÒ: Mirarco (56′ Cavana), Cassano (56′ Versienti), Caporale, Capristo (75′ Cavaliere), Schiavino, De Pascalis, G. Palmisano (41′ De Vita), Prinari, Balistreri, Bertacchi, Cicerello (70′ Gigante). A disposizione: Mangione, Trinchera, Bolognese, Greco. Allenatore: R. Taurino.

ARBITRO: Fabio Tucci (Ostia Lido). Assistenti: Alessandro Palmigiano (Ostia Lido) e Francesco Valente (Roma 2).

NOTE: Pomeriggio soleggiato, temperatura intorno ai 19°, terreno di gioco in sintetico. Ammoniti: Thioune (P), Caporale, De Pascalis (N). Espulsi: nessuno. Recupero: 0’pt, 6’st.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati