Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Toro in emergenza contro il Pomigliano. Ma i tifosi in un modo o nell’altro ci saranno…

Ennesima prova del nove per il Toro che nel 24° turno di Serie D affronterà tra le mura amiche il Pomigliano. I granata tuttavia dovranno combattere con l’emergenza squalifiche, qualche acciacco e soprattutto l’assenza dei propri tifosi (causa disposizione del Giudice sportivo che ha imposto un turno a porte chiuse). Ancora uno scontro diretto per la salvezza dunque, importante per tenere a debita distanza una delle pretendenti alla permanenza e per incamerare punti preziosi prima dell’ostica trasferta di Monopoli.

Nel girone d’andata i campani al “Gobbato” di Pomigliano d’Arco si imposero per 2-1, grazie alle reti di Caiazzo e Chianese (proprio allo scadere) che resero vano il momentaneo vantaggio granata di Nunzio Majella. L’ultimo precedente al “Giovanni Paolo II”, risalente alla stagione 2010/11, racconta invece di un successo del Toro di Maiuri per 2-0, con firma di Palmisano e Rosario Majella.

Per l’occasione Renna ha diversi grattacapi da risolvere. Oltre al suo collaboratore Rizzo, il mister granata perde due pedine fondamentali come Vetrugno e Corvino per squalifica. Taurino non è al meglio per una botta al piede, Giordano si è allenato a parte ma dovrebbe farcela. Nel canonico 3-4-3 tra i pali Mirarco; in difesa Taurino (in alternativa Lomasto), Antico e Febbraro; centrocampo con Montenegro e Pasca sugli esterni, Marzocchi (se Giordano non dovesse farcela) e Difino nel mezzo. Davanti dovrebbe essere Rizzi l’indiziato numero uno a sostituire Corvino accanto a Rescio (da non escludere la presenza di Bagnoli), a supporto di Di Piedi.

Il Pomigliano è reduce da tre pareggi consecutivi (Campania, Brindisi e Puteolana). La vittoria manca dal 6 gennaio scorso quando i granata campani si imposero di misura sul campo del Potenza. La formazione non dovrebbe distaccarsi molto dagli undici dell’ultimo turno; nel 4-3-3 scelto da mister Seno in porta spazio a Di Costanzo. In difesa Moscarino, Loreto, Follera e Volpicelli; in mediana accanto a Vitagliano agiranno Caiazzo e La Gatta; in avanti tutto poggia sulle spalle di bomber La Cava (sette reti in stagione) supportato da Panico e Ferraro (in ballottaggio con Vacca).

La gara tra Nardò e Pomigliano si disputerà domenica al “Giovanni Paolo II”, con calcio d’inizio alle ore 14:30. Lo scenario sara tetro per il “porte chiuse” stabilito dal Giudice sportivo. Scommettiamo, comunque, che il tifo neretino non farà mancare il proprio affetto ai propri beniamini, incoraggiandoli dalle case limitrofe o da qualsiasi altro pertugio possibile. La fede non ha ostacoli.