NARDÒ – Taurino: “Un successo che ci sbloccherà! Ora spensieratezza e prestazioni gagliarde”

"Alcuni consideravano lo Sporting Fulgor abbordabile ma dimenticano gli ultimi risultati positivi dei biancorossi"

taurino-roberto

Foto: R. Taurino (©SalentoSport.net)

Un successo che regala serenità. Il Nardò avvertiva il peso del centrare obbligatoriamente i tre punti nel match interno con lo Sporting Fulgor e il tecnico Roberto Taurino ne è consapevole: “Eravamo un po’ contratti, c’erano grosse aspettative per questa partita, dovevamo vincerla a tutti i costi e questo non aiuta. Siamo stati bravi a restare in partita. Potevamo renderla più semplice, abbiamo fallito due rigori, è un periodo particolare. È stata più una sofferenza mentale in quanto non abbiamo concesso nulla e abbiamo costruito diverse occasioni da rete, nel finale potevamo anche arrotondare il risultato. Noi nella sofferenza anziché abbatterci dovremo esaltarci, questo dovrà essere il nostro spirito”.

“Una vittoria che fa bene alla classifica e al morale – aggiunge l’allenatore del Nardò – i ragazzi hanno bisogno di un po’ di spensieratezza per esprimere il proprio potenziale. Alcuni consideravano lo Sporting Fulgor abbordabile ma dimenticano gli ultimi risultati positivi dei biancorossi. Da questo successo ripartiamo per offrire prestazioni gagliarde, che sono nelle nostre corde, sperando che la buona sorte possa darci una mano”.

Taurino, infine, alla luce dei due penalty falliti da Caporale e Capristo, precisa la gerarchia dei rigoristi: “I nostri rigoristi sono Caporale e Prinari. Il primo è un buonissimo rigorista a mio avviso, domenica scorsa ha fatto centro e oggi ha colto il palo. Io scelgo in base a ciò che vedo in allenamento. Prinari è andato sulla palla sul secondo rigore, Capristo ha chiesto di battere ma non lo biasimo per questo. I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli. È vero, è un peccato perché ne abbiamo sbagliati due ma i nostri tifosi hanno compreso il momento e ci hanno incoraggiati fino all’ultimo”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati