NARDÒ – Taurino: “Col Francavilla in Sinni per tornare alla vittoria. Agodirin? Ho le alternative…”

"Ci sono Gaetani, Di Cosola, Greco: sto facendo delle valutazioni in base a ciò che vedo in allenamento e spero di fare la scelta migliore per raggiungere la vittoria"

taurino-roberto_pcardone

Foto: R. Taurino (©P. Cardone)

Cercherà di ritrovare la vittoria il Nardò, reduce da due pareggi consecutivi. Nel prossimo turno i granata ospiteranno al “Giovanni Paolo II” (calcio di inizio alle ore 15) il Francavilla in Sinni“Sarà una gara come tutte le altre – afferma il tecnico Roberto Taurino – con la consapevolezza che è una partita importante al cospetto di una squadra che ha l’imperativo di salvarsi. Noi, dal canto nostro, dobbiamo continuare il nostro percorso cercando di tornare alla vittoria, in quanto gli ultimi due pareggi non sono stati graditi. La mentalità è quella giusta e mi auguro che i ragazzi abbiano un approccio positivo, rabbioso, evitando piccoli cali che nelle ultime due partite non ci hanno consentito di portare a casa il punteggio pieno. I ragazzi si sono allenati bene”.

“Il Francavilla in Sinni si ritrova nelle parti basse della classifica – aggiunge Taurino – e ha l’obbligo di fare punti. Ma è così: nel girone di ritorno le partite si fanno tutte complicate. Tutte le squadre cercano in qualunque modo di strappare il risultato. Noi non possiamo permetterci di gestire le gare, non abbiamo quel tipo di maturità, dobbiamo invece sempre spingere con voglia, animo, entusiasmo”.

Squalificato il bomber principe Agodirin, Taurino dovrà pescare tra le alternative: “Abbiamo un paio di soluzioni, ma onestamente non abbiamo un calciatore alla Agodirin. Metteremo comunque nelle condizioni altri interpreti di sfruttare le loro caratteristiche. Ci sono Gaetani, Di Cosola, Greco: sto facendo delle valutazioni in base a ciò che vedo in allenamento e spero di fare la scelta migliore per raggiungere la vittoria, che ci consentirebbe di conquistare praticamente in modo matematico la salvezza e ambire ad altri traguardi, più prestigiosi per i ragazzi, la società e tutto l’ambiente”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati