Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Pronti per il primo Toro che ‘Sgobba’, col Francavilla in Sinni vietato fallire

C’è un dato rassicurante, prima di tutto: il Francavilla in Sinni porta bene al Toro. Lo sanno i tifosi che ricorderanno i felici precedenti, lo spera Vito Sgobba, al primo gettone ufficiale sulla panchina granata. Domenica al “Giovanni Paolo II” va in scena uno scontro salvezza che i padroni di casa non possono permettersi di fallire, considerando le prossime difficili gare e soprattutto per non concedere preziosi punti a una diretta concorrente, che vincendo scavalcherebbe proprio il Nardò.

I precedenti coi rossoblu, dicevamo, sono più che incoraggianti. Nel girone d’andata il Toro espugnò il “Fittipaldi” grazie al sigillo di Majella. Indimenticabile il ricordo della passata stagione, esattamente il 27 novembre 2011, quando i granata all’epoca guidati da Longo, trascinati da una micidiale doppietta di Pablo Veron, si consacrarono leader del campionato. Il tutto prima dell”#39;inizio della fine, causa crisi societaria. Sempre l’anno scorso i granata, in casa, agguantarono la matematica salvezza grazie al pari, 1-1, con rete ospite di Leonetti, prima del gol di Davide Taurino.

Quanto alla gara di domenica, Sgobba deve ancora, com’è naturale, risolvere alcuni dubbi. Probabile che il mister di Castellana Grotte non stravolga il collaudato impianto difensivo su cui ha lavorato tanto e bene Renna: la difesa a tre. Se così fosse davanti a Mirarco si ricomporrebbe il terzetto composto da Taurino, Antico e Vetrugno. Possibile un centrocampo a cinque: Rescio, Giordano e De Luca favoriti al centro. Sulla sinistra, squalificato Pasca, chances per Lanotte; Difino sull’out opposto. Davanti tandem Corvino-Di Piedi. Montenegro, che in settimana a lavorato a parte, non è al meglio. Possibile il ritorno dal 1′ di Marzocchi.

Mister Lazic, ex tecnico granata, godrà dell’intera rosa fatta eccezione dell’acciaccato Lolaico. Partito per disputare un tranquillo campionato di mezza classifica, il sodalizio rossoblu si è ritrovato a navigare in pericolose acque. Per avvicinarsi alla salvezza il tecnico serbo si affiderà con ogni probabilità al 4-4-2. Ziembanski in porta; Russillo, Ferrara, Di Giorgio e Marziale in difesa. A centrocampo da segnalare il rientro dello squalificato Della Ventura a sinistra, con Fanelli sulla corsia opposta. Nel mezzo Sekkoum e Pioggia. Consueta coppia d’attacco con l’ex Del Prete (10 gol fin qui e in gran forma dopo la doppietta al Campania) e Varriale.

La gara tra Nardò e Francavilla in Sinni, valida per la 26.a giornata del campionato di Serie D, si disputerà al “Giovanni Paolo II” alle ore 14.30. Arbitro dell’incontro il Sig. Davide Curti di Milano, coadiuvato dai Sigg.ri Giovanni Mascilong e Michele Pizzi, entrambi di Termoli.