NARDÒ – Insipido pari a San Severo. Al “Ricciardelli” poche emozioni e tanto equilibrio

nardo-tifosi

Noioso pari quello che matura al “Ricciardelli” fra San Severo e Nardò. In un match equilibrato, le due compagini si sono annullate a tutto svantaggio dello spettacolo.

Quante assenze da ambo le parti: fra i padroni di casa l’attaccante Leonardi è squalificato, così come il tecnico Olivieri; Foglia Manzillo ha grattacapi ancor peggiori: Oretti appiedato dal Giudice sportivo, Carrozza e Palmisano out per acciacchi fisici. Il rientro di Mbida, in mezzo al campo assieme a Diarra, è manna dal cielo.

Dei foggiani in maglia bianca e pantaloncini rossi il primo guizzo: al 6’ la punizione dal limite di Florio viene neutralizzata da Petrachi. E l’ex Lecce, poco dopo, si dimostra reattivo anche sulla conclusione di Lauriola. Al 20’ il Toro, in completo grigio, batte un colpo con Meleleo, servito da Caporale, ma la sua zuccata è di poco alta. Poi ci prova anche Versienti, Provaroni è attento. Arriva la mezz’ora e si viaggia sull’onda dell’equilibrio. Dopo un avvio in cui l’ago della bilancia pende più dalla parte dei giallogranata, nel finale è più intenso il dinamismo degli ospiti: il risultato ad occhiali però resta tale e il primo tempo si chiude con un pari giusto.

La ripresa si apre con l’ingresso di Gigante al posto di Caporale fra le file del Toro e un brivido per Petrachi, protagonista nel togliere dall’incrocio dei pali la botta dai 25 metri di Lauriola. Nella prima frase della seconda frazione si assiste al trionfo della noia: le squadre stazionano a centrocampo e l’incisività è una nemica sconosciuta per entrambe le compagini. Per non lasciare il taccuino in bianco si può annotare il tentativo dalla distanza, troppo centrale, di Diarra. A una manciata di minuti dal novantesimo l’ingresso di Corvino per Mbida, quindi l’insidioso colpo di testa di Kyeremateng, pescato da Versienti, di un soffio a lato. Foglia Manzillo si gioca il tutto per tutto con l’ingresso di Cicerello per Versienti ma per le emozioni non c’è più tempo.

Al “Ricciardelli” matura quindi un pari che consente al Nardò di portare a tre la striscia di risultati utili consecutivi, ma ora la vetta è lontana sette punti, complice del successo della capolista Trastevere, prossimo avversario dei granata al “Giovanni Paolo II”, con la Gelbison. Neppure gli altri risultati sorridono al Toro: fatta eccezione, come detto, per la Gelbison, i granata si staccano dalle vincenti Gravina, Bisceglie e Nocerina.

Clicca qui per consultare il tabellino

Clicca qui per risultati, classifica e prossimo turno

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati