Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDO’ – Il Toro rallenta, 0-0 a Capriati

In questi casi ci si chiede se il bicchiere sia mezzo pieno o mezzo vuoto. Le risposte le offre la classifica: l'Arzanese scappa ancora, guadagna altri due punti sui granata e mette una seria ipoteca sul campionato. Il Toro a Capriati è senza guizzi, privo della giusta cattiveria e il risultato è uguale a quello maturato nel girone d'andata: 0-0.

Il tecnico granata Maiuri concede fiducia a Pereyra con Majella, offrendo un turno di riposo a Montaldi. A centrocampo c'è Puccinelli. Cornacchia e Terracciano hanno invece il compito di mettere la museruola a Mallardo, bomber principe dei casertani con 13 centri.

Le emozioni scarseggiano, il Toro è da subito padrone dell'incontro ma non trova il sussulto vincente. In apertura ci prova Pereyra ma senza fortuna. Sul finire della prima frazione di gara episodio dubbio nell'area biancorossa per un presunto tocco con la mano di Rea, l'arbitro lascia proseguire.

Nella ripresa i ritmi si abbassano ulteriormente. Maiuri le prova tutte: dentro Malagnino, Montaldi e Dos Santos. Ma non c'è niente da fare: il muro della Capriatese resiste. E l'unico brivido corso dal portiere Roncone è su un colpo di testa di Cornacchia che si spegne sul fondo.

A conti fatti il Nardò si stacca dalla scia della capolista e viene raggiunto dal Pomigliano in terza posizione. Il Gaeta espugna Grottaglie e supera i granata. Si rifà sotto la Virtus che affonda l'Angri. Si prospetta un affascinante lotta play-off, il derby del prossimo turno, tra i granata e il Casarano, arriva proprio nel momento giusto.