Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Il Grottaglie, la sosta, gli infortuni… tutte le incognite di Renna alla vigilia di uno ‘scomodo’ derby

Dopo la sosta, passata più alla ricerca di accordi economici con la società che realmente sul campo, il Nardò è pronto a riprendere la marcia in campionato. Sulla strada per la salvezza c’è un Grottaglie decisamente scomodo, armato di coraggio, e forse ancor più assetato di punti del Toro. I biancazzurri infatti navigano in pessime acque, in piena zona retrocessione, terz’ultimi. Peggio dei tarantini, che fin qui hanno conquistato solo 14 punti, la coppia Potenza-Trani, i due fanalini di coda.

Nel girone d’andata i granata s’imposero al “D’Amuri” sul gong, quando la zampata di Mastria regalò i tre punti. Non cambia il risultato nell’ultimo precedente al “Giovanni Paolo II”: nella passata stagione il Toro festeggiò l’1-0 al 95′ grazie a un magistrale colpo di testa di Raponi su cross pennellato di Rolando Giannuzzi. Fu la vittoria che fece realmente accarezzare il traguardo salvezza agli uomini all’epoca guidati da Longo.

La storia recente racconta invece di un Nardò che si presenterà al derby con l’incognita della condizione, dopo una settimana piena di impegni extracalcistici. Mister Renna ha rassicurato tutti, affermando più volte di aver visto una squadra tonica e ancora affamata. Nel canonico 3-4-3 il tridente sarà composto dagli affiatati Rescio, Corvino e Di Piedi. A centrocampo dubbi sull’impiego di Montenegro e Pasca, alle prese con l’influenza. Qualora non dovessero farcela sugli etserni spazio a Febbraro e Lanotte, con Difino e Giordano nel mezzo. In difesa capitan Vetrugno rientra dalla squalifica, completeranno il reparto Antico e Taurino. Il grande punto interrogativo riguarda Mirarco: il portiere neretino soffre ancora della botta al ginocchio subita nel match contro il Bisceglie e in settimana non si è allenato coi compagni. Si conta comunque di recuperarlo, data anche l’assenza per le vicende legate al doping di Sakho. L’alternativa sarebbe Bernardo Piccolo.

In casa Grottaglie problemi di formazione anche per mister Claudio Pellegrino, che squalificato seguirà la gara dalla tribuna. Per lo stesso motivo out anche gli esperti Pinto e Salvestroni, oltre a Sanna. I biancazzurri vengono dati in gran ripresa dopo l’ottima prova espressa col Monopoli, prima della sosta, gara in cui i biancoverdi solo in pieno recupero riuscirono a trovare il gol del 2-2. La situazione in classifica del Grottaglie è critica, c’è da aspettarsi una squadra motivata e col classico “sangue negli occhi”.

La gara tra Nardò e Grottaglie si disputerà domenica al “Giovanni Paolo II”, col fischio d’inizio alle ore 14:30, diretta dal Sig. Giovanni Loprete di Catanzaro, coadiuvato dai Sigg.ri Nicola Rago di Moliterno e Francesco Antonio Labonia di Rossano.