NARDÒ – Fuochi d’artificio con l’Agropoli: il Toro serve il pokerissimo

nardo-agropoli_ss

Foto: Nardò e Agropoli prima del fischio di inizio (@SalentoSport.net)

Un Nardò straripante e convincente si abbatte sul malcapitato Agropoli. Già nella prima frazione è show-granata: quattro reti più il colpo finale della ripresa valgono il 5-0 sui salernitani, già reduci dalle quattro sberle incassate nel turno infrasettimanale col Picerno.

Foglia Manzillo, privo dello squalificato Kyeremateng, schiera i suoi con un 3-5-2 che vede la coppia Ancora-Patierno davanti; Santosuosso risponde col tridente composto da Capozzoli, Tiboni e Chierillo.

Sembrava destinato alla panchina Palmisano, che invece ha il turbo pronto ad esplodere: al 5′ su un suo cross Chiochia interviene con un braccio, l’arbitro indica il dischetto. Patierno angola, Cotticelli intuisce ma nulla può: il Toro è già in vantaggio. L’Agropoli prova a reagire subito con un corner dalla traiettoria velenosa ben calciato da Iuliano, il ben appostato Bertacchi salva sulla linea di porta. Il Nardò però non subisce i fantasmi dei precedenti incontri casalinghi e preme sull’acceleratore: al 10′ Patierno lancia Prinari che con un radente rasoterra beffa un tutt’altro che irresistibile Cotticelli per il 2-0 granata. Tre minuti più tardi ancora Toro: suggerimento di De Pascalis per Patierno che avrebbe una prateria per portarsi all’uno contro uno col portiere avversario, ma opta per la scelta (sbagliata) del pallonetto dalla distanza. L’Agropoli incassa le manovre del Toro frastornato e al 18′ arriva il 3-0: cross di Versienti, il pallone si impenna e Patierno di testa anticipa Cotticelli in uscita. Il pubblico del “Giovanni Paolo II” è in estasi. Con tre gol di vantaggio i granata amministrano la situazione fino al nuovo affondo, che giunge al 37′, quando Patierno lavora bene un pallone e lo appoggia per Ancora, il quale scarica un rasoterra dal limite che vale il 4-0 col quale si chiude la prima frazione.

Fuochi d’artificio granata anche nei primi minuti della ripresa: Gigante (subentrato a Palmisano) serve l’assist per Ancora che esplode una bordata dal limite che si insacca sotto la traversa. Il Nardò si ritrova sul 5-0 con tutto un tempo, ancora, da giocare. Un tempo, il secondo, che trascorre lentamente: l’Agropoli non ha la forza per impensierire i granata neppure con l’orgoglio, il Toro controlla in scioltezza. Patierno e Prinari avrebbero le opportunità per rimpinguare il già lauto vantaggio. Il direttore di gara accorcia a soli due i minuti di recupero: al triplice fischio il Toro può esultare.

Dopo sconfitte inattese, il Nardò torna al successo anche al “Giovanni Paolo II”, dando seguito al colpaccio di Bisceglie. I granata accorciano così sul Gravina che ora, assieme alla Gelbison, dista solo tre lunghezze. Ma gli uomini di Foglia Manzillo non potranno abbassare la guardia: nel prossimo turno saranno ospiti dell’insidioso Picerno, in ottimo stato di forma.

Clicca qui per consultare il tabellino.

Clicca qui per risultati, classifica e prossimo turno.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati