NARDÒ – Foglia Manzillo: “Ripartiamo da questa qualità di gioco. Corvino fuori ruolo ma eccezionale”

foglia-manzillo-antonio-nardo

Il primo successo del Nardò in campionato è anche la prima vittoria di Foglia Manzillo sulla panchina granata. Non solo cuore nell’affermazione contro l’Agropoli, anche un gioco di qualità: “La grinta l’avevamo messa in evidenza già la scorsa domenica col Bisceglie – afferma il tecnico granata in esclusiva per SalentoSport nonostante il passivo. La qualità di gioco, invece, mi rincuora dato che abbiamo giocato una mezz’ora su livelli incredibili. Poi il match si è fatto equilibrato a causa di episodi negativi, noi ci siamo un tantino abbattuti pensando che veramente ci stesse girando tutto storto. Nella ripresa, poi, sempre noi abbiamo fatto la partita, abbiamo incassato l’espulsione di Gigante e a quel punto abbiamo pensato che sarebbe arrivata una beffa atroce. Ma Corvino ha inventato quel gol e abbiamo retto l’urto dell’Agropoli che gettava il pallone avanti alla disperata”. 

Testa bassa e pedalare è l’imperativo di Foglia Manzillo, che non si lascia sopraffare dall’entusiasmo: “Abbiamo vinto la partita di Castellabate ma una rondine non fa primavera. Gigante prenderà almeno un turno di squalifica e devo valutare come modificare l’assetto. Non abbiamo ancora fatto nulla, i difetti sui quali lavorare non sono certo svaniti d’incanto”.

In attesa dell’arrivo di un centravanti (con ogni probabilità Andrea Bucchi), Corvino ha deciso il match con una prodezza: “Vincenzo era l’unico fuori ruolo ma, nonostante ciò, ha disputato una prova maiuscola. Se abbiamo portato a casa i tre punti è merito suo. In settimana arriverà la punta che noi tutti aspettiamo, credo mercoledì, mi auguro – conclude Foglia Manzillo – che sia a disposizione per domenica prossima”.

 

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati