NARDÒ – Corallo: “Il fattore pubblico per tornare al successo”. Dal mercato ecco un ex Potenza

In queste ore il direttore sportivo granata ha praticamente definito un'importante operazione in entrata, assicurandosi le prestazione del centrocampista uruguaiano classe 1992 Antonio Sepe

corallo andrea @d.nestola

Foto: A. Corallo (@D. Nestola)

Come avvenuto anche nel passato campionato, l’avvio di stagione del Nardò non è stato dei migliori, con la formazione di mister Danucci che nelle prime tre uscite stagionale ha collezionato zero punti. Una falsa partenza che, a differenza che ciò che può sembrare, vede un toro comunque vivo e con tanta voglia di combattere, con conferma il diesse granata Andrea Corallo.

FALSA PARTENZA
“Sono arrivate tre sconfitte diverse tra loro. Nella prima giornata, nonostante una buona prestazione, abbiamo portato a casa zero punti, mentre con Brindisi e Picerno abbiamo pagato a caro prezzo ogni minimo errore. Dispiace essere partiti così, anche con la consapevolezza di non essere mai riusciti a mettere in campo tutto il nostro potenziale; nei ragazzi c’è comunque grande voglia di riscatto”.

INFERMERIA PIENA “Non è nostro costume come società cercare alibi o appellarsi agli infortuni, ma è oggettivamente vero che la squadra che avevamo in testa insieme al mister non è mai potuta andare in campo a causa degli infortuni. Questo ha certamente un peso specifico, ma ripeto non vanno cercati alibi, perchè gli alibi sono dei perdenti, ma è anche vero che otto calciatori fuori non danno assolutamente una mano”.

SFIDA ALLA PUTEOLANA “Ora serve assolutamente tornare a vincere. Affrontiamo una squadra giovane che fa dell’entusiasmo la sua arma migliore. Noi dovremmo comunque cercare in tutti i modi di tornare a fare bottino pieno, spinti dal calore del nostro pubblico, che anche se presente in minima parte, son convinto ci possa dare una grossa spinta”.

EMERGENZA SANITARIA “Notizia di poco fa ha visto la Lombardia interrompere i campionati dilettantistici. Purtroppo questa emergenza sanitaria ci condizionerà un po’ tutti, anzi forse ha già condizionato l’avvio di stagione di tutte le società, perchè un conto è uno stop di un paio di mesi massimo, un conto è tornare ad allenarsi dopo ben sette mesi.  Mi auguro che tutti noi saremo bravi a rispettare regole e protocolli e che questo campionato possa volgere al termine perchè altrimenti sarà veramente dura per tutti noi”.

Intanto proprio in questa ore il direttore sportivo granata ha praticamente definito un’importante operazione in entrata, assicurandosi le prestazione del centrocampista uruguaiano classe 1992 Antonio Sepe, che nell’ultima stagione ha indossato la casacca del Potenza in Lega Pro.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati