Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ-CASARANO – Coppa Italia: sei gol e dieci rigori, poi la spunta il Toro

Esordio pirotecnico per Nardò e Casarano che al Giovanni Paolo II, danno vita ad un match entusiasmante e ricco di colpi di scena, con i padroni di casa che alla fine la spuntano ai calci di rigore.

La partenza del Casarano è di quelle versione razzo, con i rossazzurri che al minuto 4 sono già avanti: Russo calcia un’insidiosa punizione, Foggia si avventa sulla sfera e fulmina Mirarco, firmando il suo primo sigillo stagionale. Il Toro è vivo e la reazione è pressoché immediata e arriva un minuto più tardi, con Avvantaggiato che spreca tutto sparando alle stelle da posizione favorevole; i granata continuano nella loro pressione che viene premiata esattamente al minuto 20: la difesa del Casarano perde un sanguinoso pallone sulla trequarti, Camara ne approfitta, si invola verso la porta avversaria e con una precisa conclusione trafigge un incolpevole Morabito firmando il punto del momentaneo pareggio. Sulle ali dell’entusiasmo al 26’ il Nardò con una bella incornata di Calemme trova la via del sorpasso, ma L’urlo del popolo granata viene strozzato dalla segnalazione di offside da parte di uno degli assistenti del signor Vergaro di Bari. È questo l’ultimo sussulto di una prima frazione di gioco che nonostante la temperatura e i carichi di lavoro, le due compagini hanno certamente giocato su buoni ritmi e a viso aperto.

Pronti via e i secondi quarantacinque minuti si aprono con il vantaggio del Nardò. Quando corre il quarto minuto di gioco, Cancelli con un preciso piazzato pesca Mengoli, che di testa gonfia nuovamente la rete facendo esplodere il Giovanni Paolo II. Il Casarano sembra accusare il colpo e al 10’ è un ispirato Camara a mandare alto il punto del 3-1 dopo una bella azione di ripartenza. Il doppio vantaggio però è solo rimandato di qualche minuto e arriva nove minuti più tardi con capitan Aquaro che di testa sfrutta un bel corner battuto da Calemme. Mister De Candia (Manca in panchina) prova a raddrizzare la contesa operando tre cambi; al 26’ è Tiscione a mettere dentro un bel cross dalla destra, ma nessun attaccante ospite riesce ad arrivarci. Molto più pericoloso è l’attacco del Nardò, che a dieci dalla fine dopo una perfetta ripartenza colpisce la traversa con il solito Camara, mentre sulla respinta è Avvantaggiato a mandare alto. Quando ormai la partita sembra scorrere verso la conclusione, le Serpi reagiscono, accorciando le distanze a quattro dalla fine con una splendida conclusione dell’ex Ternana Tiscione che dalla distanza trafigge Mirarco, dando nuova verve al finale di gara. Il Nardò sembra stanco e spaventato, gli ospiti provano ad approfittarne e sulla sirena Olcese va vicinissimo al gol del pari, ma la sfera finisce al lato un soffio; pari che arriva però al 92’ quando è ancora Tiscione direttamente da calcio piazzato a disegnare una splendida parabola che fa esplodere il settore ospiti.

Dopo 4 minuti di recupero e l’espulsione del tecnico granata Foglia Manzillo, il signor dichiara la fine delle ostilità, mandando le due squadre ai calci di rigore. Dagli undici metri Mirarco diventa super, ipnotizzando Olcese prima e Giacomarro poi, regalando ai suoi una qualificazione tutto sommato meritata. Il Nardò affronterà la vincente di Brindisi-Foggia di mercoledì sera.


IL TABELLINO

Nardò, stadio Giovanni Paolo II
domenica 18 agosto 2019, ore 18.30
Coppa Italia Serie D 2019-20 – Turno preliminare

NARDÒ-CASARANO 7-6 dcr (3-3)
RETI: 4′ pt Foggia (C), 20′ pt Camara (N), 4′ st Mengoli (N), 19′ st Aquaro (N), 41′ st Tiscione (C), 47′ st Tiscione (C)

SEQUENZA RIGORI: Danucci (N) gol, Tiscione (C) gol, Centonze (N) parato, Morleo (C) gol, Luciani (N) gol, Olcese (C) parato, Aquaro (N) gol, Mincica (C) gol, Calemme (N) gol, Giacomarro (C) parato.

NARDÒ: Mirarco, Frisenda (49′ st Botrugno), Stranieri, Danucci, Aquaro, Centonze, Avantaggiato, Mengoli (20′ st Luciani), Camara (45′ st Vecchio), Calemme, Cancelli. A disp: Montagnolo, Trinchera, Balzano, De Giorgi, De Luca, Mancini. All. Antonio Foglia Manzillo.

CASARANO: Morabito, Girasole (34′ st Ielo), Lobjanidze, Giacomarro, D’Aiello, Occhiuto (20′ st Morleo), Versienti, Rescio (20′ st Cappilli), Foggia (20′ st Olcese), Tiscione, Russo (42′ st Mincica). A disp: Rolli, Mattera, Gallo, Cappilli, Bongiorno. All. Massimo Manca (De Candia squal.).

ARBITRO: Vergaro di Bari (Patruno-Colavito).
NOTE: ammoniti Cancelli (N), D’Aiello, Russo, Tiscione (C); espulsi: al 48′ st Foglia Manzillo (all. Nardò) per proteste. Rec. 4′ st.

Il Nardò si qualifica al primo turno di Coppa Italia