NARDÒ – Allegrini: “Meglio affrontare ora il Francavilla in Sinni”, Lanzillotta: “Non penso al mercato”

lanzillotta michele d.nestola

Foto: M. Lanzillotta (@D. Nestola)

Fonte: Ufficio stampa Acd Nardò |

Dopo cinque turni senza successi, il Nardò ha tutta l’aria di tornare ai tre punti. Domenica, al “Giovanni Paolo II”, gli uomini di Nicola Ragno ospiteranno una diretta concorrente al salto di categoria: il Francavilla in Sinni del tecnico Ranko Lazic. In conferenza stampa si sono presentati il difensore Giacinto Allegrini ed il centrocampista Michele Lanzillotta.

“C’è la pressione giusta – ha esordito Allegrinidopo un periodo non facile, domenica dobbiamo mettere in campo tutto quello che abbiamo, sia a livello fisico che soprattutto mentale. In questo momento una vittoria sarebbe la migliore medicina. A Pomigliano abbiamo preparato bene la gara, poi quei quindici minuti di blackout totale ci sono costati cari. Sono cose che non devono succedere, ma nel calcio possono capitare. Non si è trattato di un calo fisico, è stato più un discorso psicologico. Dalla tribuna ho notato che dopo aver subito il primo gol la squadra si è impaurita. E’ meglio domenica affrontare una diretta concorrente, proprio per non incappare in nuovi cali di concentrazione come magari potrebbe succedere contro una squadra di bassa classifica. Ho risolto i problemi fisici che ho accusato, non ci dovrebbero essere problemi circa la mia disponibilità per il prossimo turno. Mercato? La mia intenzione è quella di restare in granata, non ho ricevuto richieste”.

“Ci manca la vittoria – gli fa eco il centrocampista, Lanzillottaci toglierebbe tanti problemini che abbiamo vissuto nell’ultimo mese. Ci siamo allenati bene e siamo carichi come non mai. Il Francavilla in Sinni è un’ottima squadra ma in questo momento non ci deve interessare l’avversario, dobbiamo pensare solo a noi stessi. Domenica scorsa, a Pomigliano, abbiamo perso una partita da polli. Ci serva per esperienza per il prosieguo, con un po’ di malizia in più avremmo vinto. Ci sono delle partite che hanno un andamento strano, ad esempio Napoli-Inter, coi nerazzurri in dieci, negli ultimi secondi gli ospiti hanno colpito due pali. Nella mia carriera, quando ho firmato con una squadra non sono mai andato via nel mercato di riparazione. E non ho mai pensato di andare via. C’è chi regge le voci di mercato, chi magari le accusa psicologicamente: a me non cambia nulla, io continuo col lavoro e nella persecuzione degli obiettivi”.

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati

Lascia un commento