NARDÒ – Giordano: “L’arbitro si è accanito contro di noi. Vorrei conquistare la salvezza e restare in granata”

Mauro Giordano, centrocampista del Toro, si rammarica per il pari maturato col Grottaglie: "L'arbitro si è accanito contro di noi in maniera evidente. Potevamo allungare un po' sulla zona rossa dato anche che le altre che stanno sotto di noi hanno pareggiatu tutte, però mi sa che dobbiamo soffrire fino alla fine. Per come s'era messa la partita si può parlare sicuramente di un punto guadagnato. Non credo che abbiamo evidenziato cali fisici. Peccato perché avevamo la possibilità di vincere, ora ci troviamo a realizzare un po' di più ma a subire anche di più. Abbiamo preso dei gol fotocopia: un po' di leggerezza nostra e anche sfortuna. Pazienza, cercheremo di migliorarci".

Una stagione da protagonista: "Sono abituato a tirare le somme alla fine. Quest'anno ero partito come terza scelta e ora mi ritrovo titolare inamovibile. Voglio conquistare la salvezza coi compagni, ho avuto modo grazie al mister e chi ha creduto in me di esprimermi e giocare con continuità per dare il mio contributo. Nardò è un treno importante per me. Mi farebbe piacere restare anche l'anno prossimo".

Dopo le espulsioni Giordano si è ritrovato a giocare in difesa, come centrale terzo di sinistra: "E' un ruolo che avevo già ricoperto a Gallipoli e a Tricase. Spero di non doverlo fare spesso perché è dura lì. E' stata una situazione d'emergenza".

Lorenzo FALANGONE
Nato 27 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati