SERIE D – Fioccano le multe, salata per il Nardò. Mano pesante su Patierno: il Giudice sportivo

Oltre al sodalizio granata sono state punite con sanzione pecuniaria Madrepietra Daunia, Picerno, Ciampino e Vultur. Tre giornate di squalifica per il bomber del Toro

patierno-nestola

Foto: C. Patierno - @D. Nestola

Queste le risultanze del Giudice sportivo dopo la nona giornata di ritorno del girone H di Serie D.

CALCIATORI – Tre giornate a Patierno (Nardò); una giornata per Carnevali, Federici (Ciampino), Bernardini, Donnarumma (Agropoli), Bozzi, Giannusa (Madrepietra D.), Esposito, Raho (Manfredonia), Santarelli (Anzio), Coppola (Nocerina).

DIRIGENTI – Del Giudice (Madrepietra D.) inibito fino al 12 aprile; Moroncelli (Ciampino) inibito fino al 29 marzo.

MULTE – 2.000 euro con diffida per la Madrepietra Daunia (“Per avere propri sostenitori, nel corso dell’intervallo, rivolto espressioni gravemente offensive all’indirizzo del Commissario di Campo, nonché introdotto ed utilizzato nel settore loro riservato materiale pirotecnico, 3 fumogeni. Al termine della gara, veniva aperto un cancello che conduce agli spogliatoi, consentendo l’ingresso di un dirigente della società, precedentemente allontanato, e di persona non identificata ma chiaramente riconducibile alla società che rivolgeva dapprima espressioni offensive e minacciose all’indirizzo della Terna Arbitrale e, successivamente, colpiva con un violento pugno la porta dello spogliatoio degli Ufficiali di gara causandone l’improvvisa apertura. Successivamente uno steward rivolgeva espressioni offensive all’indirizzo dei calciatori della squadra avversaria tentando il contatto fisico con gli stessi senza tuttavia riuscirvi per il pronto intervento dei dirigenti locali. Sanzione così determinata in considerazione della recidiva specifica e reiterata di cui ai C.U. nº 49 e 56 e del fattivo comportamento dei dirigenti locali”); 1.800 euro con diffida per il Nardò (“Per avere propri sostenitori: introdotto ed utilizzato materiale pirotecnico, 4 fumogeni, nel settore loro riservato, uno dei quali veniva lanciato sul terreno di gioco, costringendo l’Arbitro a ritardare l’inizio della gara di circa 6 minuti. Al termine della gara, mentre la Terna Arbitrale lasciava il terreno di gioco, lanciato un accendino che cadeva a pochi metri dal Direttore di gara. Inoltre, sempre al termine della gara, persone non identificate ma chiaramente riconducibili alla società, posizionatesi davanti allo spogliatoio arbitrale, rivolgevano espressioni offensive e minacciose all’indirizzo degli Ufficiali di gara. Venivano allontanate grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine”), 800 euro per il Picerno (“Per avere propri sostenitori, dal 42’ del secondo tempo e fino al termine della gara, lanciato almeno 8 palloni sul terreno di gioco causando la momentanea interruzione della gara”), 500 euro per il Ciampino (“Per avere, al termine della gara, mentre gli Ufficiali di gara rientravano negli spogliatoi, persona non identificata ma chiaramente riconducibile alla società, rivolto espressioni gravemente irriguardose all’indirizzo del Direttore di gara”), 200 per il Vultur (“Per avere, nel corso della gara, introdotto ed utilizzato due fumogeni nel settore loro riservato”).

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati