Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

MARTINA vs NARDO’ – Il Martina esagera, 6-0 a un Toro fantasma

E’ una giornata nera per il calcio neretino. Il Nardò rimedia al “Tursi” di Martina Franca un sonoro e roboante 6-0, al cospetto di una capolista con evidenti qualità tecniche superiori. Non c’è mai partita. I granata escono sconfitti come poche volte, forse nessuna, nella propria brillante e fiera storia. Si è arrivati al punto di non ritorno. La colpa cade, inevitabilmente, non tanto sui calciatori scesi in campo, ma sull’assenteismo di un’amministrazione comunale menefreghista nei confronti del progetto calcio neretino. Il Martina ringrazia e conquista tre punti fondamentali che proiettano i biancazzurri verso il sogno promozione.

Davanti a un migliaio di tifosi, di cui un centinaio di fede granata, e festosamente legati da uno storico gemellaggio, il tecnico Longo abbottona i suoi con un 4-4-2. In difesa da registrare i rientri di Raponi e Palma. In prima linea Colucci a supporto di Manca. Di contro Bitetto risponde con De Tommaso e Chiesa esterni di centrocampo, alle spalle della coppia Picci-Amodeo.

Su un terreno appesantito dalle piogge dei giorni scorsi, il Nardò ha un inizio incoraggiante: calcio di punizione di Palma e stacco di capitan De Razza, Lazoi devia la traiettoria sul palo. E’ solo un’illusione. Il Toro esce di scena, il Martina inizia a macinare gioco. Al minuto 11 Chiesa ci prova di testa, Salerno è provvidenziale. Pochi minuti e Gambuzza svetta su un calcio di punizione, il Martina passa in vantaggio. Al 22′ i locali trovano il raddoppio: è Amodeo, di sinistro, a trafiggere nuovamente un incolpevole Salerno. Sul finire della prima frazione di gara il Toro crolla: cross al centro e Picci anticipa il portiere in uscita: 3-0. Primo tempo senza storia.

Nella seconda frazione Longo opera un doppio cambio: dentro Febbraro (al rientro da un lungo infortunio) per Aventaggiato, poi tocca a Benvenga (all’esordio in maglia granata) rilevare Rolando Giannuzzi. Bitetto concede la standing ovation a De Tommaso, sostituito da Portosi. La furia del Martina non si arresta: diagonale vincente di un indisturbato Picci, 4-0. Il Toro si scopre pericolosamente alla ricerca del gol-bandiera. Al 77′ De Nicola (subentrato al posto di Picci) serve Amodeo che deve solo spingerla dentro. E’ il gol del 5-0. Negli ultimi minuti sui granata si accanisce anche la sfortuna. L’assistente arbitrale richiama l’attenzione del direttore di gara per concedere un penalty per un tocco di mano di un difensore granata che, a conti fatti, ha visto solo lui. Buon senso sotto i tacchi. Chiesa dal dischetto firma il 6-0. Nei minuti di recupero Benvenga si becca l’espulsione per aver pronunciato qualche parola di troppo all’indirizzo dell’arbitro. Il derby, dopo ben quattro inutili minuti di recupero, conosce il suo epilogo: Martina-Nardò 6-0.

E’ questa l’unica gara domenicale del Girone H. Il Martina allunga così a +5 sull’Ischia, che dovrà recuperare una gara. Una sconfitta con pochi strascichi negativi per quanto riguarda invece la classifica neretina, ma i tifosi, con uno striscione che recita “non è il calcio a sparire, ma un’intera città a fallire”, inquadrano alla perfezione questa triste situazione. E domenica per i granata un altro derby, al “Giovanni Paolo II” arriva il Grottaglie.


TABELLINO

ASD MARTINA FRANCA-NARDO’ CALCIO 6-0

Reti: 13’pt Gambuzza (M), 23’pt e 32’st Amodeo (M), 46’pt e 29’st Picci (M), 45’st Chiesa (M, rig)

ASD MARTINA FRANCA (4-4-2): Leuci, Dispoto, Tundo, De Lucia, Gambuzza, Langella, De Tommaso (25’st Portosi), Basile, Picci (30’st De Nicola), Chiesa, Amodeo. All.: Bitetto. (A disp.: Muscato, Quacquarelli, Galasso, Fiorentino, Vitale).

NARDO’ CALCIO (4-4-2): Salerno, Schiavone (1’st Patera), Palma, De Razza, Raponi, Vetrugno, Aventaggiato (18’st Febbraro), Giannuzzi (18’st Benvenga), Manca, Della Tommasa, Colucci. All.: Longo. (A disp.: Baglivo, Giovannico, Margagliotti, Chiffi).

ARBITRO: Rossi di Rovigo, assistenti Bucci di Vasto e Torre di Chieti.

AMMONITI: 10’pt Picci (M), 15’pt Raponi (N).

ESPULSI: 46’st Benvenga (N)