Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

SERIE D/H – Taranto ancora fermo, derby per Casarano e Sorrento. Il programma e le designazioni dell’undicesima giornata

Finite le feste ed in pieno mercato, la Serie D scende in campo dopo il turno infrasettimanale dell’Epifania. In testa ci sono Sorrento e Casarano, che però non corrono. Il Taranto, infatti, non giocando, è rimasto solo a -1 dalla vetta e vincendo nei match di recupero potrebbe balzare in testa da solo. A proposito di ciò, c’è chi si gioca tutto in questo turno, come mister Nicola Ragno, arrivato all’ultima spiaggia con il Bitonto. Se in quel di Brindisi, non dovessero arrivare i tre punti, il tecnico di Molfetta non dovrebbe allenare più i neroverdi. La gara quindi si prospetta combattuta, con i biancoazzurri che, comunque, puntano ad un piazzamento playoff.

L’altro dei tanti e consueti derby di Puglia di giornata è quello tra Casarano e Cerignola. Impegno non semplice per gli uomini di Feola che incontreranno un Cerignola imbattuto da ben sei turni. Gli ofantini sono a metà classifica e cercano un obiettivo da perseguire, mentre i rossoazzurri non possono permettersi ulteriori passi falsi, visti anche i futuri recuperi del Taranto. I rossoblù non giocheranno nemmeno domani, e probabilmente anche la prossima settimana: i positivi tra squadra e staff sono più di dieci e al momento risulta impensabile che gli uomini di Laterza possano scendere in campo con il Portici.

Il Nardò cerca il riscatto, proprio dopo la gara con il Portici, finita nel peggiore dei modi. I granata affronteranno l’Altamura, nel suo periodo migliore che coincide anche con quello di bomber Croce. In questo match mister Danucci si gioca tanto: i tifosi granata non vogliono soffrire come gli anni passati, a maggior ragione dopo l’ottima partenza di quest’anno. I biancorossi invece vogliono rimanere nelle zone alte della classifica, attaccati al treno playoff. L’ultimo scontro tutto pugliese di giornata è quello che vede di fronte Fasano e Molfetta. I biancoazzurri arrivano più riposati a questo match, vista la gara non disputata contro il Taranto, mentre la compagine barese, di certo, vuole far vedere che il pareggio ottenuto con il Casarano non è frutto del caso.

La capolista Sorrento, dopo tre pareggi consecutivi, vuole tornare alla vittoria e cercherà i tre punti nella gara interna contro il Portici. Il derby campano però non è dal risultato scontato, visto che i biancoazzurri ci hanno abituato a risultati pazzi: vedi il pareggio con il Casarano e la vittoria roboante con il Nardò. Il Gravina ospiterà il Francavilla, reduce dalla sconfitta subita tra le mura amiche contro il Brindisi. I gialloblù necessitano di punti vista la brutta posizione di classifica, i lucani invece, al momento, possono essere più tranquilli. La Puteolana, mercoledì, non è scesa in campo contro il Lavello per un caso sospetto, ma domani a Cardito se la vedrà con l’ostico Picerno, che, dopo una partenza lenta, è ritornato in corsa. Anche il Lavello andrà in Campania, ospitato dal Real Agro Aversa. I gialloblù, con una gara in meno, sono solo a meno tre dalla vetta.

Il programma e le designazioni dell’undicesima giornata di campionato:

dom. h 14.30

BRINDISI-BITONTO: Aleksandar Djurdjevic di Trieste (Fanara-Signorelli)

CASARANO-AUDACE CERIGNOLA: Simone Gavini di Aprilia (Cecchi-Salvatori)

FASANO-MOLFETTA: Alessio Marra di Mantova (Ciannarella-Savino)

GRAVINA-FRANCAVILLA: Riccardo Fichera di Milano (Galieni-Maroni)

NARDÒ-TEAM ALTAMURA: Kevin Bonacina di Bergamo (Claps-Arizzi)

PUTEOLANA-AZ PICERNO: Luca Pileggi di Bergamo (Bosco-Carchesio)

REAL AVERSA-LAVELLO: Riccardo Leotta di Acireale (Barbanera-Testaì)

SORRENTO-PORTICI: Valerio Vogliacco di Bari (Abbinante-Festa)

(TARANTO-ANDRIA: rinviata a data da destinarsi)


CLASSIFICA:
Casarano e Sorrento 19 – AZ Picerno e Taranto* 18 – T. Altamura 17 – Lavello* 16 – F. Andria 15 – Brindisi* (-2) 14 – Nardò 13 – A. Cerignola e Francavilla 12 – Molfetta* e Bitonto 11 – Portici e Aversa 10 – Gravina* 8 – Fasano** e Puteolana* 5.

*Una partita in meno **Due Partite in meno