SERIE D – Un gallipolino alla Viareggio Cup, Fiore: “Grazie al Manfredonia ed alla mia famiglia”

Sensazioni positive per il giovane difensore sul gruppo che compone la Rappresentativa Serie D: "Impressionato di come ogni singolo elemento di questa rosa si sia messo a disposizione del mister e cerchi di aiutare sempre il compagno"

fiore-melcarne

Foto: G. Fiore - @L. Melcarne

Un’altra soddisfazione è arrivata per Gianmarco Fiore, difensore del Manfredonia, classe 1998, che martedì contro il Bari farà il suo esordio nella 69esima edizione del Torneo di Viareggio, con la maglia della Rappresentativa Serie D guida da mister Augusto Gentilini.

Nonostante un buon curriculum, Fiore non riesce a trattenere la sua sensazioni positive per questa convocazione: “Quando il calcio ti dà queste opportunità non si può che essere emozionati e soddisfatti – spiega il difensore ex Torino e Carpi – . Soprattutto a diciannove anni, bisogna far tesoro di tutto e cercare di cogliere ogni minima situazione per crescere e maturare. In primis vorrei ringraziare mister Gentilini che già conoscevo, il Manfredonia e il direttore Elio Di Toro, perché se non fosse per loro e per le ventidue presenze su venticinque, probabilmente oggi non sarei qui. Un grazie particolare anche alla mia famiglia che mi ha sempre seguito e sostenuto, dedico anche a loro questo traguardo della mia giovane carriera”.

Una breve esperienza con un nuovo gruppo e nuovi compagni non è mai semplice, ma Fiore vede positivo: “Sinceramente all’inizio pensavo che avremmo incontrato un po’ di difficoltà nell’approccio con i nuovi compagni ma se devo essere sincero sono rimasto impressionato di come ogni singolo elemento di questa rosa si sia messo a disposizione del mister e cerchi di aiutare sempre il compagno. Questo per noi potrà essere un valore aggiunto nell’andamento del torneo”.

Bari, Napoli e Camioneros, un girone non semplicissimo per la Rappresentativa, che esordirà martedì alle 15 contro i pugliesi in quello che per lui sarà già un derby. “Non conosco molto bene i Camioneros, mentre i settori giovanili di Bari e Napoli non credo che abbiano bisogno di presentazioni. Ora la testa è solo per la partita di martedì contro il Bari, stiamo lavorando molto bene e cercheremo di mettercela tutta per ottenere il massimo da ogni partita. Poi una volta finito il girone tireremo le somme, non sarà semplice – conclude – ma credo che non sia nemmeno impossibile”.

Davide BOELLIS
Diplomato presso il Liceo Socio Psico Pedagocico. Praticante giornalista pubblicista. Nel 2012 partecipa alla quarta edizione di "Giornalista per un giorno - Sergio Vantaggiato". Nell'aprile 2012 inizia a collaborare con la testata colpoditaccoweb.it. Dal settembre 2012 passa nella squadra di SalentoSport.

Articoli Correlati