Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALLIPOLI – Tante incognite sul futuro: possibili sviluppi verso la fine di giugno

Ad un mese dalla conclusione del campionato di Serie D, che ha sancito la retrocessione del Gallipoli in Eccellenza, non ci sono ancora novità di spicco sul futuro dei giallorossi. Il presidente Cardellini ha più volte ribadito come, per pianificare una stagione ai vertici ed un immediato ritorno in quarta serie nazionale, sia necessario ampliare e rendere più solida la base societaria. Nei giorni scorsi il nome di Marcello Barone, già presidente del Gallipoli dal luglio del 2011 al dicembre del 2014, è stato affiancato agli ionici in un progetto che comporterebbe il passaggio del titolo sportivo da Galatone nella Città Bella, ripartendo dunque dalla Promozione.

Non è da escludere, tuttavia, che l’imprenditore caseario possa sedersi al tavolo delle trattative con Cardellini per provare a rilevare la società: nel caso in cui questa ipotesi dovesse prendere piede, per garantire l’iscrizione al prossimo campionato di Eccellenza (e provare la via del ripescaggio in D), andrebbero risolte le vertenze che gravano sul club giallorosso, relative alla seconda parte della stagione 2014/2015. Tra i vari calciatori (Cornacchia, Berteina, Di Maira, Santonocito, Mingiano, Rizzo) e quella del tecnico Volturo, le pendenze a carico del Gallipoli si aggirano tra i 15 ed i 20mila euro.

In ogni caso, sarà quasi impossibile prima del 20 giugno che ci siano sviluppi concreti: una data non casuale, quella del day after elettorale che sancirà il nuovo sindaco di Gallipoli.