Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

GALLIPOLI – Quaranta: “Mercato? Quello degli svincolati non è sempre facile da percorrere…”

Dopo due giorni di riposo il Gallipoli riprende oggi pomeriggio la preparazione in vista della prima delle due trasferte, quella a Monopoli, che attendono i giallorossi nelle prossime due giornata di campionato. In casa giallorossa, torna a tenere banco il mercato, anche se il tecnico Raffaele Quaranta chiosa sull’argomento. “Oggi come oggi, rifletto sui numeri, nel senso che disponiamo di un organico abbastanza corposo e non è possibile effettuare altri inserimenti – spiega l’allenatore di Poggiardo – , finiremmo solo per creare confusione. Peraltro, al momento attuale, il mercato di riferimento, dal quale, eventualmente, dovrebbe arrivare qualche rinforzo, è solo quello degli svincolati, che è ampio e non sempre facile da percorrere. In questo caso bisognerebbe azzeccare proprio l’elemento in grado di essere funzionale alle nostre necessità. Ma non ci pensiamo in maniera netta, andiamo avanti, i ragazzi sono motivati e sono convinto che riusciremo ugualmente nel nostro intento”.

Per quanto riguarda il parco under, invece, c’è la certezza che non verranno fatte altre operazioni vista la quantità di alternative già presenti in rosa. “In organico, quanto ad under, siamo più che coperti, non vedo emergenze di sorta. Per i classe 1996 ci sono i vari Gigante, Portaccio, Vitali e l’ultimo innesto Leone, che si è aggregato da poco e che spero possa raggiungere al più presto una condizione al passo con i compagni. Per i 1995 e 1994 non ci sono necessità, sono in tanti e tutti pronti a dare il proprio contributo alla squadra al momento della chiamata in campo. Avendo a disposizione questo tipo di organico – afferma Quaranta possiamo tranquillamente fare le scelte che di partita in partita saranno necessarie, anche con riferimento al tipo di avversario che ci ritroveremo di fronte. È importante soprattutto che i ragazzi si facciano trovare pronti così come è avvenuto sino a questo momento, che continuino ad impegnarsi con la stessa determinazione ed intensità dimostrata sinora”.