Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – Provitolo chiude la serranda, col Barletta è solo pari

Provitolo ferma il Casarano. Il portiere del Barletta è il principale protagonista dell’incontro, finito 1-1. Agli uomini di Laterza è mancato solo il gol del raddoppio che ha permesso ai biancorossi di rimanere in gara e trovare il pareggio con l’unica vera occasione dal gol.

Il Casarano parte con il piede premuto sull’acceleratore, e tra il 12′ e il 15′ i rossoazzurri costruiscono tre occasioni nitide, sulle quali si esalta Provitolo, prima infatti l’estremo difensore barlettano dice di no per due volte a Citro che prima ci ha provato con il sinistro a giro e poi, sugli sviluppi di un cross, il capitano colpisce di testa ma il portiere dice ancora di no. Il duello si ripete al 17′ su calcio di punizione il fantasista del Casarano di prova, scavalca la barriera, ma non supera il Provitolo ancora pronto a dire di no. Al 19′ tifosi ospiti protagonisti: all’ennesimo petardo lanciato verso il terreno di gioco, uno di questi esplode proprio vicino a Pucci che termina a terra stordito. Gioco interrotto per qualche minuto. Al 24′ Citro addomestica un pallone sulla trequarti, lo cede a Gambino che però non trova lo spazio giusto per mettere a segno il vantaggio, che fino a questo momento il Casarano avrebbe meritato. E’ un vero e proprio assedio, al quale partecipa anche D’Alena che al 29′ ci prova dalla distanza, il suo pallone termina poco al di sopra della traversa del Barletta che non è ancora entrato in campo. Dopo oltre mezz’ora di assedio totale, arriva il gol, Giannini crossa in mezzo per Gambino che di prima intenzione al volo mette a segno il gol del vantaggio con il mancino. Dopo il Casarano abbassa i giri del motore e permette al Barletta di arrivare in area di rigore, con con Diaz che per la prima volta al 37′ calcia verso Pucci che non ha problemi a neutralizzare il tentativo del numero nove. In pieno recupero è ancora bravo e attento Provitolo a dire di no a Citro che ci ha provato con il mancino da posizione defilata.

Nella ripresa il copione è sempre lo stesso. Già al 2′ minuto Falcone apparecchia per Citro che però, coperto da due avversari non riesce ad imprimere la giusta forza al pallone per impensierire Provitolo. Al 23′ all’improvviso il Barletta pareggia, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, alla prima vera a propria occasione, Silvestri riesce a trovare la deviazione vincente per battere Pucci, inoperoso fino a questo momento. Laterza cambia l’attacco, inserisce Corvino, all’esordio, Perez e Gjonaj per provare a trovare i tre punti.  Proprio l’ex Nardò a dieci dalla fine ci prova con il destro, ma il suo tentativo termina di poco alto. Sempre il numero undici ci ha provato dal cuore dell’area di rigore, ma la mira è ancora una volta imprecisa.  Provitolo è in giornata di grazia e dimostra in due occasioni al 40′ quando risponde presente sulle conclusioni ravvicinate di Gambino e Corvino.  Al secondo minuto di recupero Provitolo è mostruoso e dice no a Corvino, Al Casarano non bastano quattro minuti di recupero per conquistare un successo che avrebbe meritato ai punti, ma che principalmente la prestazione di Provitolo che è sembrato impossessato dall’anima di Buffon che gli ha permesso di compiere degli interventi decisivi.

Domenica prossima, trasferta a Matera.

(US Casarano Calcio)

IL TABELLINO

Casarano, stadio “Capozza”
domenica 03.12.2023, ore 14.30
Serie D/H 2023/24, giornata 14

CASARANO-BARLETTA 1-1
RETI: 33′ pt Gambino (C), 24′ st Silvestri (B)

CASARANO: Pucci; Pedalino, Vona, Guastamacchia, Giannini; D’Alena (41’st Versienti), Cerutti; Gambino (41’st Parisi), Citro (27’st Gjonaj), Falcone (16’st Corvino); Rajkovic (16’st Perez). A disposizione Carotenuto, Celli, Thiandoum, Versienti, Parisi, Diop. All.: Laterza

BARLETTA: Provitolo; Rizzo, Silvestri, De Marino, Sepe; Cafagna (20’st Marilungo), Marconato, Padovano (14′ st Fornaro); Ngom, Diaz, Caputo (20’st De Marco). A disposizione Sapri, Lacassia, Inguscio, Veneziano, Lippo, Belladonna. All.: Ginestra

ARBITRO: Sig. Enrico Eremitaggio della Sez. di Ancona

NOTE: ammoniti: Silvestri, Cerutti, Sepe. Rec. 3′, 4′.

RISULTATI E CLASSIFICA