Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: le squadre schierate in campo

CASARANO-GALLIPOLI – Derby combattuto al “Capozza” senza vincitori né vinti

Il Casarano, nonostante una netta predominanza territoriale non riesce ad andare oltre il pareggio, in rimonta contro un Gallipoli protagonista di una gara attenta e accorta. Mister Laterza deve fare a meno di Perez e Rajkovic che non vanno nemmeno in panchina, al loro posto in campo si rivedono Versienti e Citro con Corvino alle spalle dell’unica punta Diop; nel Gallipoli invece c’è mister Cavallaro si affida agli ex Thiam e Colazzo che fanno parte dell’undici iniziale.

Pronti via e sono immediatamente i padroni di casa a rendersi pericolosi: Giannini, calcia verso la porta di Dima, il tentativo del terzino diventa un assist per Diop che di testa va vicino al bersaglio grosso. Passano sei minuti di gioco e ci prova Corvino dalla distanza, il suo tentativo con il destro finisce di poco sopra la traversa. Ancora Casarano pericoloso al quarto d’ora quando Cerutti ha una buona opportunità su assist di Versienti, la conclusione mancina dell’argentino però non è precisa e il pallone torna in possesso della difesa del Gallipoli. Alla mezz’ora però, alla prima proiezione offensiva è il Gallipoli è andato in vantaggio con il gol di Munoz, che sfrutta nel migliore dei modi un cross in mezzo di Colazzo e riesce a mettere il pallone alle spalle di un incolpevole Pucci. Tre minuti più tardi Munoz ha sul destro il pallone per un clamoroso raddoppio, ma Legittimo, con un intervento in scivolata evita il peggio e concede solo un calcio d’angolo ai giallorossi. Al 38, ancora una volta sugli sviluppi di un corner, il Gallipoli va vicino al raddoppio: Thiam di testa indirizza verso la porta di Pucci, Fruci prova la deviazione vincente sotto porta, ma il tentativo del centrale si perde alto sopra la traversa. Ad un minuto dalla fine della prima frazione, il Casarano va vicinissimo al gol con il suo capitano, Citro che con il destro, su assist di Nunez di pochissimo non inquadra lo specchio della porta.

Nella ripresa i padroni di casa partono subito con il piede premuto sull’acceleratore, D’Alena, su calcio di punizione disegna una straordinaria parabola indirizzata sulla testa di Legittimo che sul secondo palo trova il tempo giusto per battere Dima. Uno a uno e ritorna l’equilibrio con i rossoazzurri che pochi minuti più tardi hanno una ghiotta possibilità di portarsi in vantaggio ma il tiro di Corvino si perde di poco a lato. Al nono minuto prima Diop ha una buona opportunità, ma calcia tra le braccia di Dima, che però un minuto dopo compie un intervento monumentale uscendo con le braccia protese in avanti per ostacolare la conclusione a botta sicura di D’Alena che viene respinta in angolo. Al 12’ Giannini serve Diop in mezzo, ma il colpo di testa della punta senegalese è fuori dallo specchio. Al quarto d’ora di gioco Legittimo, ancora una volta sugli sviluppi di un corner, va vicino alla doppietta personale con una splendida girata acrobatica, il pallone si perde a centimetri dalla porta di Dima. Al 24’ splendida apertura di Citro per Corvino che dal limite dell’area di rigore lascia partire un destro che però si perde a lato. Alla mezz’ora è ancora il centravanti ex Fasano ad andare vicino alla rete, ma il suo tentativo, su assist del neo entrato Gjonaj, termina alto. Come un fulmine a ciel sereno il Gallipoli coglie la traversa con un gran tiro di Donnarumma, a Pucci battuto. Al 36’ Dima ancora una volta decisivo, che ha uno straordinario riflesso ed evita che il pallone termini in rete. All’ultimo secondo Mariano ha la possibilità di conquistare i tre punti, ma la sua conclusione mancina termina tra le braccia di Pucci, bravo a coprire la porta. La partita finisce uno a uno che serve a poco, sia al Gallipoli che al Casarano.

I rossazzurri perdono terreno da tutte le squadre più avanti di loro (Altamura, Martina, Andria e Nardò), mentre guadagnano un punto sul Matera, sesto. Il Gallipoli che sale a 31, guadagnando una lunghezza sul Barletta e sul Bitonto, ma perdendone due dal Gravina (prossimo ospite al “Bianco”). Per i giallorossi è quattordicesima piazza che, al momento, vorrebbe dire playout.

Impegni di domenica prossima: Gallipoli-Gravina, Barletta-Casarano.

(US Casarano Calcio)

IL TABELLINO

Casarano, stadio “G. Capozza”
domenica 07.04.2024, ore 16
Serie D/H 2023/24, giornata 30

CASARANO-CD GALLIPOLI 1-1
RETI: 30′ pt Munoz (G), 3′ st Legittimo (C)

CASARANO (4-3-1-2): Pucci; Nunez, Legittimo, Guastamacchia, Giannini; D’Alena (46’ st De Luca), Cerutti (38’st Marconato), Versienti (33’ st Gambino); Citro (25’ st Gjonaj); Diop (41’ st Falcone), Corvino. A disp. Carotenuto, Celli, Thiandoum, Malagnino. All. Laterza.

CD GALLIPOLI (3-5-2): Dima; Monteleone, Fruci, Benvenga; Miggiano, Scialpi (13’ st Pissas), Donnarumma, Trinchera, Thiam; Munoz (42’ st Mariano), Colazzo (33’st Montagnolo). A disp. De Donno, Zappacosta, Kapnidis, Seclì, Bacca All. Cavallaro.

ARBITRO: Tassano di Chiavari.

RISULTATI E CLASSIFICA