Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BRINDISI – Sale l’attesa per la sfida interna con il Trani. Chianese con Galetti dal primo minuto

Vigilia della prima giornata di campionato del nuovo anno per il Città  di Brindisi, che dopo la lunga pausa natalizia, domani si appresta ad affrontare tra le mura amiche la Fortis Trani battuta nel girone d’andata 3 a 0. E’ una partita piuttosto attesa questa soprattutto dalla tifoseria biancazzurra, a secco ormai da diverse settimane dei 90 minuti di sport domenicali, e c’è grande curiosità  rispetto a quella che sarà  la formazione che mister Maiuri, alla luce di tutti i nuovi arrivi e delle partenze, metterà  in campo. Delle novità  ci saranno per forza e molto probabilmente riguarderanno tutti i reparti, da quello difensivo, al centrocampo e all’attacco.

Molto probabile l’utilizzo fin dal primo minuto dell’attaccante Vincenzo Chianese che verrà  affiancato a Galetti e che quindi indosserà  per la prima volta la maglia con la v sul petto, mentre dovrebbe partire dalla panchina l’ultimo arrivato Morello che potrebbe sostituire il compagno difficilmente in grado di avere nelle gambe l’intera gara. Anche in difesa dovrebbe registrarsi qualche esordio e sarà  interessante quindi capire come Maiuri intenda gestire sia gli over che gli under in considerazione del fatto che tutti vorrebbero giocare ma che qualcuno dovrà  necessariamente accomodarsi in panchina, compreso qualche big magari fino ad oggi titolare indiscusso.

In queste settimane il tecnico adriatico ha dovuto gestire al meglio le energie del gruppo, prima di tutto per favorire l’amalgama di uno spogliatoio rinnovato e poi per provare a recuperare un gap atletico che aveva influito negativamente sulle precedenti gare. Di certo c’è che il Brindisi non può più sbagliare se vuole tentare l’aggancio alla vetta della classifica e da qui in avanti deve collezionare soprattutto vittorie. Maiuri non va sul sottile e dichiara che in questo delicato momento importa poco il gioco, conta solo il risultato, quindi probabilmente quella che dobbiamo aspettarci domani in campo è una squadra pratica, cinica e soprattutto cattiva.