BRINDISI – Presentata la tessera di abbonamento. Il sindaco Consales: “Calcio risorsa della città “

Si è svolto stamani a Palazzo Nervegna un incontro tra il sindaco Mimmo Consales e Roberto Galluzzo, in rappresentanza del Città di Brindisi. Al termine le parti hanno incontrato i giornalisti per la consegna ufficiale della tessera di abbonamento al primo cittadino e all’assessore allo Sport Antonio Giunta. Il sindaco ha confermato l’impegno dell’Amministrazione comunale a sostenere il massimo sodalizio di calcio della città in un percorso che miri a creare adeguate basi economiche, in grado di proiettare la squadra verso un campionato di alto profilo.

“Il calcio rimane una risorsa importante per la città, non un semplice divertimento per pochi o molti appassionati – ha dichiarato il sindaco di Brindisi Mimmo Consales, e ciò giustifica l’attenzione che l’Amministrazione comunale rivolge alle vicende della squadra di calcio. Purtroppo, il periodo economico ci presenta il conto di contingenze in qualche caso drammatiche, con tante imprese che si vedono costrette a ridurre l’organico dei dipendenti e fare appello agli ammortizzatori sociali. I cantieri sono fermi da più di un anno e tutte queste difficoltà disegnano uno scenario poco incoraggiante, con mille riflessi che certamente non risparmiano il mondo dello sport. Tuttavia, continuo a essere fiducioso negli esiti di questa complessa opera di mediazione. Mi preme d’altra parte sottolineare un aspetto importante. L’armonia nella compagine societaria, la concordia tra i soci e la convergenza su programmi e obiettivi stagionali, rappresentano la premessa ideale per catalizzare l’interesse di aziende disposte a legare la propria immagine con quella della società. Pertanto invito i soci a ritrovare serenità e compattezza necessarie per proporsi in modo credibile alle aziende che fossero interessate a investire nel calcio”.

Gli fa eco l’assessore allo Sport Antonio Giunta, il quale pone l’accento su quanto sia importante la partecipazione di tutti. “Con la squadra scende in campo la città. È la città ad essere rappresentata nel campionato di undici giocatori che indossano una maglia piena di significati e di storia. Per questo chi si dichiara appassionato del Brindisi deve esserne anche sostenitore, è solo pagando il biglietto che si dimostra sensibilità per la squadra e per i suoi colori. Il resto conta davvero poco. Per cui faccio mie le considerazioni più volte espresse dal sindaco: azzeriamo ogni forma di omaggio e di accredito, poniamoci come dei piccoli soci che partecipano tangibilmente a una passione comune. Solo in questo modo la squadra di calcio può diventare realmente patrimonio di tutti. Oggi cominciamo noi amministratori a dare il buon esempio, sottoscrivendo l’abbonamento allo stadio nell’auspicio di creare il giusto seguito. Abbiamo invitato assessori, consiglieri e dipendenti comunali a contribuire al calcio con un abbonamento, per cui attiviamo ogni possibile forma di sostegno oltre al tradizionale reclutamento di sponsor. La squadra fa progressi sul piano tecnico e domenica ha pure confermato grandi doti caratteriali rimontando due reti a un avversario non facile come il Bisceglie. Il progetto è ben avviato, ora bisogna soltanto sostenerlo”.

Ultimo a intervenire Roberto Galluzzo, voce della dirigenza biancoazzurra. “Ringrazio sentitamente l’Amministrazione comunale per la presenza e la disponibilità che sta offrendo al fianco della società di calcio. L’impegno porterà sicuramente a un risultato importante e sono anche convinto che insieme riusciremo a strutturare meglio un progetto che può intanto contare su competenze certe. La società è aperta a nuovi interlocutori, aspettiamo di avere un quadro completo, di valutare ogni forma di contributo, dagli sponsor alla campagna abbonamenti fino all’eventuale ingresso di nuovi soci, per chiarire una volta per tutte le posizioni programmatiche di ciascuno. De Finis ha manifestato la volontà di uscire, occorre per questo riorganizzare la gestione ordinaria della società. In ogni caso si parte da una struttura operativa organizzata e avviata, con figure tecniche preparate e una rosa di calciatori vagliati con cura sul mercato, con un settore giovanile e un centro di avviamento al calcio affidati a responsabili e istruttori abilitati. Un tratto qualificante che sottolinea una volta di più l’attenzione della società verso la crescita dei giovani calciatori”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati